Pubblicata il 18/12/2007
Rinchiusa nel buio di questa stanza cieca
prigioniera dei miei pensieri
mi è concesso solo piangere.

Nonostante l’oscurità abbia aperto il suo scrigno,
io posso vederti
riuscendo, così, a disegnare il tuo viso nell’aria.

Nel silenzio il cuore batte più forte
urlandomi vendetta
per averlo rinchiuso qui.

Istanti preziosi…
lascio la coperta che tenevo stretta
ed apro la finestra.

La luna non vuole più parlarmi
ma la sua silente presenza mi sarà compagna
mentre il mare mormora soltanto
storie di pescatori e sirene
incurante della sua immensa bellezza.

Un lieve candore
abbraccia le cose
ed io resto immobile
sempre più lontana da te
ma vicina col pensiero.

Mi attende il rumore della solitudine
sovrana dei miei respiri
ecco perché devo prender fiato
e respirare lentamente.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Prendi fiato insieme a me,
un abbraccio
liz

il 18/12/2007 alle 16:03

Grazie Liz...
un caro saluto..sono appena tornata a casa e fuori si congela..io che sono come una lucertola che vive al sole, non vedo l'ora che ritorni il caldo..e l'estate.
Ciao
K

il 18/12/2007 alle 17:21

Anxhe qui non skerza
ma io adoro il freddo,
smack
liz

il 18/12/2007 alle 18:18

è una bellissima poesia.
devo parlarti in privato.

il 18/12/2007 alle 18:24

Grazie per il commento gi.
ok..quando vuoi.
K

il 18/12/2007 alle 19:27

io sono siciliana..e il freddo non so cosa sia...e quando anche per pochi giorni si affaccia anche qui è un dramma, almeno per me.
Ciao L
K

il 18/12/2007 alle 19:29