Pubblicata il 10/12/2007

Perché con occhio torvo ancor mi guardi
burbera e decrepita vecchiaccia
ancor non ho riempito la bisaccia
e tu cornacchia nera che t’attardi

ad aspettarmi; Tanto presto o tardi
successo avrà la tua speciale caccia
ma per favore muta dalla faccia
quegli occhi rossi e aguzzi come dardi.

E quella falce mettila un po’ via
siedi con me gustiamoci un cannolo
cos’è quest’aria triste di malinconia?

In fondo io la vita l’ho solo presa a nolo
non m’appartiene non è roba mia
che quando è tempo te la do da solo.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

ok

il 27/01/2008 alle 17:27