PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 02/12/2007
Spegnersi
Ai piedi di un acero
O di una quercia
Lasciando che il mio sguardo
Sconfini oltre.
In un tépido meriggio
Di quasi primavera
O sul finire d’un inverno
Balordo e strambo
Per coglierne ultimi raggi di luce
Prima della gran notte.
E riposare
Urlare
Cantare con Lyra
Dormire
Sognare
Alla Shakespeare!
Prendere un volo
Per una terra lontana
E incontrare un raccoglitore di salme
Che getti il tuo corpo tra ghiacci
Mai su pire divine
Dove il sonno, il freddo, ti concilia.
E dreammeggiare d’un amore impossibile
Ma molto, troppo, troppo, umano.
Prima di morire
Per gli altri
Che non ti hanno mai sfiorato
Col loro amore.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Il sognare di un amore umano, concilia il sonno eterno per il piacere di non vederlo più.
Questa è l'anima... della poesia.
Dove il sonno è la morte, è il soliloquio di Amleto, la aspirazione di Byron, la collina di Foscolo, eccetera.
La pacatezza di un addormentarsi per sempre tentando di conciliarsi col mondo, ammettendo di aver sbagliato ed essersi rivolto a qualcosa di umano, troppo (inutilmente) umano, sprecando il tempo che, dimensione terrena, ci addita sempre l'eterno.
Una poesiola domenicale tra scritti e impegni domestici. Che, mi auguro, lì... non ci siano.
Grazie del bellissimo e raffinato commento e una buona serata in copmpagnia di un libro "serio" o di una spensierata trasmissione televisiva.
Per far viaggiare la tua mente in luoghi sereni, lontani e ricchi di gemme di Sole.
Er

il 02/12/2007 alle 17:02

Avviene di frequente, mia cara, senza scendere gli abissi di una depressione. Semplicemente guardandomi intorno.
Un bacio
N.

il 02/12/2007 alle 18:49

Dalla Terra prendiamo linfa e forza, dolce Sera!
Poi arriva il momento della riflessione prima di andare a dormire.
E il Foscolo insegna!
E i ricordi, quelli più forti, duri, lancinanti, ti prendono e vuoi davvero trovar pace.
Un bacione
Er

il 02/12/2007 alle 22:22

una poesia che lascia intravvedere una solitudine esistenziale...e una mancanza d'amore che pesa come un macigno..
bella " dreammeggiare d'un amore impossibile, ma molto,molto umano...."quasi non ne valga la pena ricambiare con la tua vita chi ti ha lesinato carezze al cuore...

un saluto. anna

il 03/12/2007 alle 08:18

Hai detto tutto quel che di vero e possibile c'è nella mia poesia, in poche righe.
Un saluto e grazie.
Er

il 03/12/2007 alle 10:55

raccogli i risparmi e prenota un last minute (vero volo intendo)per il primo Altrove che ti capita...il mondo vale la pena d'esser visto,in tutta la sua bellezza...fatti questo dono ed il mondo ti ripagherà con un bacio in fronte...non chiudere porte che andrebbero spalancate...
sempre con affetto,Chiara

il 03/12/2007 alle 19:52

Ci penserò...
Un caro saluto
Er

il 03/12/2007 alle 21:06

Estremamente coinvolgente per il ritmo che la tua anima offre alla malinconia.
Un caro pensiero, mati.

il 03/12/2007 alle 23:19

Grazie del gradito e compenetrante commento.
Un caro saluto.
Er

il 04/12/2007 alle 08:14