Pubblicata il 16/11/2007
°°°Già pubblicata su scrivi.com il 07/09/2007
col nick Aurelia°°°


Le stelle cadenti sono
le lacrime del cielo
per un sogno non realizzato…


Cosa può desiderare il cielo
che già possiede l’infinito,
il privilegio di essere rallegrato
dalla luce del Sole
e impallidito dal
chiarore della Luna
di esser attraversato dal
bagliore di un fulmine
e dalla freschezza della pioggia…
che quando stanco di tanti sguardi
si cela tra le nuvole…



Come il mio cuore che fu illuso
dall’infinito di un’emozione,
percorso
dalla luce dell’amore
dal chiarore della dolcezza
dal bagliore della gioia
dalla freschezza delle carezze…


come il mio cuore…
piangente di sorrisi
si nasconde…


Desideroso di un attimo di pace…

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Al sorgere del sole
i fitti alberi delle tue ciglia
si schiudono magici e abbracciano
il prorompente scenario
delle ninfee che illuse galleggiano
sul filo dello stagno.
Proprio come i sogni, che capovolti
si legano agli abissi dei nostri desideri.

Me l'hai ispirata...
Ciao
Giuliano

il 16/11/2007 alle 14:17

Mamma mia...deve averti fatto un bell'effetto per averti ispirato una così bella poesia...

Grazie 1000!

Micia.

il 16/11/2007 alle 21:38