Pubblicata il 14/11/2007
Mi sento esaurito
solo dopo un passo
che errore ho commesso
passando di qua

mi sento bandito
in terra straniera
in un'atmosfera
di luci underground

e scorre il rumore
elettrico odore
nemmeno la neve
calmarmi potrà

Ma niente è più caldo
delle carezze
dentro al tuo letto

e nient'altro sogno
ora che ho da perdere
volerò basso...

Sono un sistema
di cavi scoperti
e circuiti saltati
e prendo fuoco
non spegnermi adesso
è il mio ultimo lampo
e poi
e poi
fai di me quello che vuoi

panorama urbano
dal finestrino
la gabbia che scorre
in cemento le sbarre

passa l'istinto
striscia sull'asfalto
neanche stavolta
mi lascerà

e cerco i tuoi occhi
in mezzo alla folla
salvami angelo
solo tu puoi

mi sento al sicuro
tra le tue mani
sul tetto del mondo

in notti di pioggia
elettriche scosse
dal cuore alla testa...

Sono un sistema...
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

sai..leggendo la tua poesia mi è saltata alla mente l'immagine di Rocky che alla fine del combattimento chiama "ADRIANAAAAAAAAAAA" dal ring...non so perchè...
ehehe
Ciao Desa...
bacio
KLavier

il 14/11/2007 alle 19:31

Vai al raduno, ti passera lo stress , passerai un bel giorno coi tuoi amici poeti Ciaoooooooooooooooo

il 30/11/2007 alle 17:52