Pubblicata il 02/11/2007
Quasi autunno e
mare grigio
dal freddo marmo della panchina.

Guardò con occhi anestetizzati
per non rovinare l’immagine,
quella serenità formata nel cuore.

Fu destato dal vento,
da un brivido lungo la schiena.

Continuò a guardare il mare,
che lentamente assumeva
una sfumatura malinconica.

Perché?

Non stava pensando a niente di preciso,
eppure questo velo di malinconia.

La sfumatura assumeva ora il colore
che ricordava uno sguardo languido;

lo sguardo che il cielo
da un giorno,
gli aveva posto davanti agli occhi.

Odore di salsedine…

Forse era lui che provava quella malinconia.

Forse era lui che dipingeva
quel quadro autunnale del passato amore.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Trattasi una poesiola scritta quando ero ancora adolescente... Non mi andava di modificala...

Grazie del commento.

Mauro

il 02/11/2007 alle 15:13