Pubblicata il 25/10/2007
Suona un allarme
una spia d'amor
fa tremar la terra

E' solo
una carezza
cosa vuoi che sia,

E' un contatto
nutrito
da briciole di pane.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

All'inizio sembrava un componimento scanzonato, allegro e ironico...poi è cambiata l'atmosfera con gli utlimi versi, è un pochetto triste che una carezza sia nutrita solo da briciole di pane, ma potrei aver interpretato male. La rileggerò.

nia

il 25/10/2007 alle 09:50

il sentimento che si veste di semplicità, che intona una dolce melodia nel tuo cuore...bacio fra

il 25/10/2007 alle 11:47

Anche da una semplice carezza può nascere qualcosa di sublime e forte che "fa tremar la terra".
Bello è saper accogliere ogni piccolo segnale che ci può rendere felici. E con briciole di pane si può costruire anche un castello se ci nutriamo d'amore.
Un abbraccio
Antonia

il 25/10/2007 alle 12:56

l'espressione dei versi possono assumere per chi legge varie interpretazioni, penso che nella vita bisogna nutrirsi di piccole briciole per arrivare a qualcosa e ciò non è sempre triste ma il saper apprezzare le piccole carezze può portare all'immenso. Grazie per avermi letto e per avermi lasciato un commento così sincero un saluto nadia

il 25/10/2007 alle 18:14

una carezza... baciotto nadia

il 25/10/2007 alle 18:15

Grazie antonia mi ha letto nel profondo ti ringrazio un abbraccio a te, nadi

il 25/10/2007 alle 18:16

Il mio Nadia non era un commento negativo, la tua poesia è gradevole e lo è sia per le parole che hai scelto che per appunto l'accostamento delle stesse e l'argomento stesso, in cui cado sempre. :-P
Dipende certamente da come il lettore si pone davanti a dei versi, a me l'inizio aveva fatto pensare a tutt'altro...così sono arrivata alla fine leggendoci tristezza. Che poi si debba partire da poco per raggiungere molto sono d'accordo.
Forse però chi si è dovuto sempre accontentare delle briciole la tua poesia la legge e la vive in modo diverso! ;-)

A rileggerti, e grazie per aver letto la mia.

nia

il 25/10/2007 alle 21:24

Certo , lo so che nn era negativo!
Basta apprezzarle le poche briciole, anche se la tristezza può accompagnarle. Grazie a te un sorriso nadia

il 25/10/2007 alle 21:37

Il titolo vorrebbe sminuire la portata dell’emozione, magari per una forma scaramantica, ma i versi mostrano un intenso sussulto e lasciano la sensazione che dalle briciole possa prendere vita un pane morbido, grazie alla lievitazione di un bel sentimento.
Mi è piaciuta tanto, un dolce abbraccio, mati.

il 25/10/2007 alle 22:42

E' buono il pane morbido, ha un gusto tutto suo! Bacione e grazie nadia

il 25/10/2007 alle 23:15

di briciole si nutrun gli uccellini
e guarda come volano felici
nell'azzurro dei cieli


un abbraccio,dolce Nadia

il 26/10/2007 alle 06:56

E li vedo cara Lù... sei dolcissima grazie! un bacio nadia

il 26/10/2007 alle 12:39