Pubblicata il 16/10/2007
Boccioli di rose si schiudono,
vorrei entrarci dentro
per un momento,
una stagione sola
o per l'eterno.
Sulle rive del fiume,
onde nasce
il profumo più vivo,
si diffonde l'essenza
come coro ad una sola voce.
Ed è caducità,
impermanenza.
Là dove il fior di loto,
nella palude schiva,
attende il giorno
per offrirsi al sole
e riceverne
di quell'immenso dono,
il meglio.
Che tu sia qui,
altrove,
ancor non nata
o inesistente,
che differenza fa
se non ne cogli il senso
la luminosa fragranza
e poi il silenzio?


L.L.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

pure se ho cambiato titolo??
wow che memoria
Ciao

il 16/10/2007 alle 15:05

Eri proprio tuu?????

il 16/10/2007 alle 15:17

ebbene sì... :)

il 17/10/2007 alle 10:38