PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 26/08/2007
Non ti sei neanche chiesto
rimproverato
sudato
il mio sostare assorta
quando gli alberi ululano ombre

neanche scusato
mentre giostravi cavalli mancini
sinistri anche al volger del tempo

hai semplicemente
annacquato di significati
un nulla che scortica pazienza
infliggendo un bianco e nero
che sa di pellicola vintage.

Io
silenziosa come fecondate gemme
mi nutro di idee in incubazione
ciondolanti
aldilà del dubbio

trangugio io tuoi silenzi
sfilandomi celate spine
e lenisco passioni
raccattate a mille passi dal buio.

Davvero un peccato
per te
aver bevuto
dalla parte sbagliata della fortuna

mi sarei con piacere
spalmata sul tuo ventre

e nella distrazione
succhiato i tuoi sguardi
scivolati sulla mia luna

ma nella stanza
sul ciglio del tempo
oramai
si sparge l’alba del passato
e il tuo non vivermi
respira i muri
insieme a tutto ciò che l’aria regala
al mio passatempo
chiamato Vita.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

non so neanche se mi è piaciuta ma sono sicura di averla CAPITA!!!
Che il suo non viverti mai ti impedisca di cogliere ogni chiaroscuro del quadro, ogni nota della sinfonia... Non rinunciare mai al tuo dolceamarissimo passatempo... Vivere pienamente ci fa vivere pienamente anche il dolore...

xoxo

Sil

il 26/08/2007 alle 14:28

"annacquato di significati
un nulla che scortica pazienza"
e chiudi con una chicca..
"al mio passatempo
chiamato Vita"
Posso riassumere in due parole?: "Hombre!! Sveglia!!!".. Che posso dire della categoria di cui faccio parte.. la testa va per conto suo parecchie, troppe volte su cose che non lo meritano a discapito di altre che dovrebbero avere la precedenza..
Poesia magica e psicologica.
Un bacione.

il 26/08/2007 alle 14:33

Sta uscendo fuori il veleno, ognuno di noi lo ha, ed e' giusto ogni tanto liberarsene e, come amico, non posso esssere che contento...

E vai Mel, in black

Ale

il 26/08/2007 alle 14:55

Grazie mille del consiglio e della lettura, magari la prossima volta sarò più convincente!!

Ciao Ciao
Melly

il 26/08/2007 alle 16:09

Eheheh...eccoci qui amico mio, strano vederti così presto, di solito tu concludi sempre i miei commenti oggi invece ti ritovo già qui. Questa è inusualmente tagliente per me...non sai quanto l'ho manipolata prima di postarla perchè ritengo di essere stata un pò troppo esplicita. Ma almeno in poesia non bisogna frenarsi non credi? La dolce Melly ogni tanto è un pò cattivella...ma quando ci vuole ci vuole
Grande Andrea un bacissimo a te e una buona domenica!

Mellyna

il 26/08/2007 alle 16:15

Mel in black...ahahah...mi scappa da ridere se ci penso...ora io sono in back e tu in pink...ci siamo invertiti i ruoli? Ammazza che tempismo!!!
Grazie ale...che ci sei.

Bacio
Melly

il 26/08/2007 alle 16:17

Mannaggia ho fatto un errore...e cambia il senso!! Aggiungo la L in back! Sorry...io che sbaglio in inglese...ma si è mai visto?? Sono proprio in tilt!!!
Riciao ale

il 26/08/2007 alle 16:20

Lirica femminile al massimo!
La quotidianità appare il macigno impossibile da sollevare, quello che schiaccia ogni cosa; forse, anche i sentimenti, gli ardori, le passioni, gli amori ma anche gli odi.
Trsforma tutto in indifferenza, tolleranza, sterile ritualità, insulsaggine.
E anche ogni gesto esaltativo, sembra appiattirlo!.
Per sollevarlo non basta un sorriso, una carezza, u pensiero.
Occorre rinnovarsi, come le cellule del nostro corpo che, a migliaia, muoiono e nascono ogni giorno. E questa, per loro, è quotidianità.
La tua lirica mi è piaciuta molto e ha delle espressioni dalle tinte forti che si fissano come immagini di un fim in bianco e nero. Quello di altri tempi. Ma nulla è mai cambiato, su questo pianeta.
Un bacio
Er

il 26/08/2007 alle 18:30

Come sempre hai centrato il punto caro Ernesto, e sono molto contenta perchè sono riuscita, a quanto pare, ad ammettere qualcosa che non sempre è facile da esternare. Guardarsi da fuori è complicato ma bisogna farlo qualche volta.
Grazie dell'attenzione e ovviamente sono felice che ti sia piaciuta tra le altre cose!
Ciao Ernesto, buona serata.

Bacio
Melly

il 26/08/2007 alle 18:41

Bella composizione, questi secondo me, i passaggi
più interessanti poeticamente.

Non ti sei neanche chiesto
rimproverato
sudato
il mio sostare assorta
quando gli alberi ululano ombre
----------------------------------
trangugio io tuoi silenzi
sfilandomi celate spine
e lenisco passioni
raccattate a mille passi dal buio.
----------------------------------
ma nella stanza
sul ciglio del tempo
oramai
si sparge l’alba del passato
e il tuo non vivermi
respira i muri

ad ogni modo complimenti pure a tutto il resto.

un saluto, armando.

il 26/08/2007 alle 18:56

Grazie Armando, mi fa veramente piacere che tu l'abbia apprezzata. Una buona serata a te

Ciao Ciao
Melly

il 26/08/2007 alle 19:05

scusa ho detto che non sapevo neanche se mi fosse piaciuta perchè il mio era un commento a caldissimo... rileggendola posso dirti che è stupenda.

alla prox

il 26/08/2007 alle 20:16

Tranquilla, ero comunque contenta perchè ti eri soffermata a leggere i miei versi, il che non è sempre facile visto che siamo in tanti a scrivere.
A presto e una buona serata

Baci
Melly

il 26/08/2007 alle 21:32

analizzato,versato ,forse non compreso ,ma il tuo
dare non è mai sprecato ,ogni istante di vita rimane impresso nel tempo,sempre preziosa,ciao un abbraccio cate

il 26/08/2007 alle 21:43

Già...sicuramente il mio dare da qualche parte rimane nei meandri dei ricordi e forse qualche volta rispolverato! Grazie cate...ti abbraccio e ti do un super bacissimo d'affetto!

Melly

il 26/08/2007 alle 22:02

Che i versi ci aiutino ad uscire fuori dal nostro dentro è risaputo, ma tu lo fai in una maniera coinvolgente, metti in discussione qualcosa che ti sta a cuore, e lo fai con una energia colma di tanta passione poetica ed umana.
Bravissima, dolce Melly, un abbraccione, mati.

il 26/08/2007 alle 22:17

melly ogni parola sfila carica di significato nella poesia,qualcosa di molte forte che sprigioni parola su parola..complimenti come sempre
baciotto

il 26/08/2007 alle 22:42

Mati! Ormai ci diamo appuntamento la domenica ed è sempre un immenso piacere sentirti e averti qui tra i miei versi sempre più...strani!
Un abbraccio immenso e un grande bacio e spero a presto di presenza.

Melly

il 26/08/2007 alle 22:45

Mariiiiiiii...baciottone anche a te e grazie sempre dolcezza!

un abbraccio
Melly

il 26/08/2007 alle 23:16

Il suo non viverti lo avrà reso povero...come si può nn desiderare di vivere la "mano" che ha scritto questa poesia meravigliosa?

il 27/08/2007 alle 08:48
dck

Diavolo!
Che energia che nascondevi!
Proprio vero che le difficoltà fortificano
Ma saperle scrivere
rimane un Arte per pochi
beh
niente da dire
tu ce l'hai
Best Regards
Dck

il 27/08/2007 alle 12:37

Eheheh...questo commento lo incornicio!! Grazie mille delle bellissime parole...una buona serata a te

Bacio
Mely

il 27/08/2007 alle 18:30

Ciao Dck!! E' tutta l'estate che non ti becco, spero tu abbia trascorso una divertente stagione! Grazie mille del bellissimo complimento, sono felicissima ti sia piaciuta...See you soon

Bacio
Melly

il 27/08/2007 alle 18:34
dck

Estate pessima!!!
frattura al malleolo il 14 luglio e 40 gg di gesso, e io che non sopporto di stare fermo e in casa più di due ore al giorno!
Bye Bye and kisses
Dck

il 28/08/2007 alle 09:32

Ecco ci ho proprio preso...ho toccato un tasto dolente!!!! Bhè dai, avrai il gesso pieno di poesie!!!
Su su bello, tolto il gesso sarai più pimpante di prima...ti faccio i miei auguri per una velocissima ripresa!!

Bacio
Melly

il 28/08/2007 alle 21:35

Insomma...un bel cazzottone...

il 21/09/2007 alle 10:21

Eh eh...ci voleva!!!
Grazie della lettura e piacere di conoscerti.

il 22/09/2007 alle 06:22