PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 14/07/2007
Scortica l’involucro perlato
della notte ciondolante sui frappes
di mezzestate

le tue unghie
come lamine seleniche sfaranno
ogni trama inghirlandata di lumini.

Tra le angosce parallele calibrando
alcolfumi ed innocenze di bonbons
accudiremo l’eleganza d’un ciangottamelodie
retrodatato

tu es partout car tu es dans mon coeur

eppur le soffici carnivore malie
dello sterminio emozionale prima o poi
ci scoveranno.

Come andanti in una pioggia acciaiovetro
disfumantesi in precise traiettorie orizzontali
o sfibranti i geometrici misteri della notte

è l’aria talvolta scomposta in cubetti

sapremo di tra gl’interstizi inviolati
la cifra pagana d’immortalità sghignazzante.

In teneri prospetti di divani fiammeggianti
ruberemo alle farfalle i dizionari dell’amore.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Intensa e scoppiettante.Complimenti.

il 14/07/2007 alle 21:51

Ti ringrazio!
Cercherò di allietarti ancora...
Saluti!!!

il 15/07/2007 alle 02:58

grazie!

il 15/07/2007 alle 12:38

grazie-grazie-grazie-grazie.
una tua quasilacrima è più preziosa di qualsiasi quasicosa.

Sei mai stata ad osservare un divano che brucia nella notte in un semicerchio di portentosi uomini della pietra in jeans e polo? Bruciare divani è un'esperienza mistica, devo farlo più spesso...

il 15/07/2007 alle 12:46

wooow non capisco molto, ma voto la musicalità el'originalità di alcune immagini ed espressioni

rosanna

il 15/07/2007 alle 14:22

Ti svelerò un segreto: puoi interpretarla come vuoi!
Grazie della visita!!!

il 15/07/2007 alle 16:18

Play se vuoi provare le mie unghie sono affilatissinme

il 19/07/2007 alle 15:16

Benissimo...
Un giorno di questi allora devi grattarmi la schiena, ne vado matto!
Ciao!!!

il 21/07/2007 alle 03:35