Pubblicata il 12/07/2007
La vela mossa dai fiati
disegna sorrisi e fiori di pasqua
si snodano e si intrecciano
con la flessuosa pigrizia del vago:

la resurrezione è polvere d'ossa
unità di vita che palpita ancora

in rozza statua di donna
crocifissa alla prua,
polena dei triboli,
dei mari lupa selvaggia
che si disseta ai fossati,

sgravando fra i giunchi palustri
gli ultimi riflessi di sole.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)

Ancora a bagnarsi di onde di malinconia, a sentire il peso dei venti, a scaricare gli ultimi bagliori accecanti.
Un abbraccio, mati.

il 12/07/2007 alle 22:12

Molto brava é bella, nadia

il 13/07/2007 alle 18:41

Tre, meglio quattro distinti momenti che tracciano meridiani e paralleli di una vita, solcando mari, abbeverandosi a fossati e risorgendo da un esausto sentire, ognuna di queste stanze di vita merita una contemplazione a se.
Sergio

il 13/08/2007 alle 06:15