Pubblicata il 14/06/2007
Osare svelare
la colpa di una madre
che la figlia fece incatenare!
Osar denunciare
il cieco padre!
Verrà di nuovo il tuo tempo,
quando nella volta del cielo
un'unica luna sarà
un vivo giorno nascerà
ed il vero sole la sorella troverà!

Tolta la polvere di questo sole strano
le redini prendi in mano,
sali su Pegaso,
novello Perseo,
vola all'indirizzo del cielo,
oltre il confine vai
e scoprirai.....
che il raggio di luce sei tu,
il prodigio sei tu,
il gesto che sconfigge meduse confuse
sei tu,
la parola che cifra e decifra il tempo
sei sempre tu!

Vola leggero
e realizza il tuo pensiero!

Con affetto
Oceano blu
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Accidenti
Non so cosa mi è preso, volevo scrivere Perseo
Ma pensavo a Teseo
ho mandato l'email
e spero correggeranno
Non si può tenere 'sto inganno!
Ciao e scusate!

il 14/06/2007 alle 17:53

Caro Leon, e carissimi tutti Melania, Veronica Igress ecc ecc siete veramente stupendi. Mi è venuto spontaneo questo verseggiare dopo aver letto la tua poesia, è stato un batter di tastiera, senza però rileggerla o concluderla ecc ecc,
Solo che ho combinato un guaio tremendo: ho scritto Teseo invece di Perseo, Ma guarda un po' che ignoranza la mia, ho chiesto allo staff di cambiare il nome spero lo facciano il più presto possibile, altrimenti faccio una figuraccia e anche tutti noi del portale la facciamo
Grazie comunque per il cinque
un abbraccio a tutti voi
oceanoblu

il 15/06/2007 alle 06:02