Pubblicata il 20/06/2002
Lacrime di cielo,
cadono in quest’ora buia,
in quest’ora di dubbi e decisioni,
toccano perle nascoste
in mari lontani.

Il viaggiatore é alla nostra porta,
Ermione gli parlerà
ma lui non sa della dama,
non vede più in lei
il suo desiderio.

Non ricorda di avere
interpellato il destino,
solo perché gli venisse restituita
ove l’oblio è passato
ha cancellato
la traccia del ricordo.

Egli non conosce la verità,
non ricorda ciò che
conduce i suoi passi,
non sa di essere tanto vicino
a colei che va cercando.

E noi che abbiamo giurato
di condurre il suo cammino
non siamo in grado
di prestargli aiuto.

Strano il destino,
strano il suo volere
e curioso il suo respiro
sulla nostra vita.

Entra cavaliere
ed abbassa lo sguardo
innanzi alla dama del sonno,
il nostro pensiero
accompagnerà il tuo volo.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)

Molto ben raccontato poeticamente, questo omaggio al mito.
Belle le immagini costruite.
Ciao
Axel

il 20/06/2002 alle 18:08

Non è neppure all'inizio... il viaggio nei ricordi sarà più lungo di quello nel crepuscolo...

il 21/06/2002 alle 10:48

Grazie! Ciao Fede

il 21/06/2002 alle 10:50