Pubblicata il 25/05/2007
E' una chiave
un giorno trovai
sulla piazza della posta
spinta dal desiderio tesi la mano
aveva un bagliore speciale
che solo i miei occhi notò.
Rimasi rapita,
dal suo contorno zigrinato
dal suo occhiello argentato.
La raccolsi, e la misi nella tasca
come un segreto
da custodire, da scartare nelle ore più intime.
Mi promisi che non mi sarei lasciata
folgorare dal suo calore,
sbagliando mi scottai..
con il rubino del principe nero.

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Attimi di smarrimento che s'offrono al cuore.
Prove che devono essere superate con la forza della ragione, affinchè non rechino dolore.
Mi piace la tua spontaneità, è un fiore delicato che sboccia in un giardino profumato.
Un tenero abbraccio, mati.

il 25/05/2007 alle 23:07

che bella,è come leggere una favola

il 25/05/2007 alle 23:10

Dolce mati tu sei un fiore delicato, Grazie per il complimento gradito di cuore un bacino nadia

il 25/05/2007 alle 23:24

Togliendo l'ultime righe forse si... grazie un sorriso nadia

il 25/05/2007 alle 23:27

esatto cara gail, grazie un abbraccio nadia

il 26/05/2007 alle 13:05

Chissà quale cancello era destinata ad aprire quella chiave lasciata dal destino come metafora per la tua poesia che lascia ustionato il tatto.
Un grande ciao
Cesare

il 26/05/2007 alle 13:26

Bravo cesare attento nella lettura, hai colpito e affondato la sua essenza. Grazie un abbraccio nadia

il 26/05/2007 alle 13:34

A volte false apparenze ci ingannano forse perchè si presentano ai nostri occhi in momenti in cui siamo particolarmente fragili.
E poi si resta scottati... ma tutto vale per esperienza nella vita e forse, farsi ingannare una volta può serivere in seguito per imparare a non ripetere l'errore.
Baciii dolcissima
antonia

il 27/05/2007 alle 15:24

Grazie Antonia sempre anche tu attenta e cara nella lettura un bacio nadia

il 27/05/2007 alle 16:53

C'è sempre quel particolare che non si nota e che fa la differenza..
Una poesia molto introspettiva e per questo molto personale.. Credo tu raggiunga una profondità alla quale solo tu puoi accedere veramente..
Molto bella seconde me. Si lascia leggere ed osservare con discrezione.
Un abbraccio.

il 31/05/2007 alle 10:16

Grazie caro Andrea, si è molto introspettiva e discreta come il sentimento trovato in fondo al mio lago per quella differenza tralasciata nella superficie del bagliore. Un bacione nadia

il 31/05/2007 alle 11:49

Magari e quella voglia di ricerca profonda che dovrebbe essere nutrita, grazie un abbraccio a te

il 05/06/2007 alle 08:11

Pochi resisterebbe al suo fascino...

Molto carina, un principio di una favola, e a parte la bruciatura me la immagino comunque positiva!

Ciao ciao...

nia

il 23/10/2007 alle 11:37

grazie ciao

il 23/10/2007 alle 21:56