PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 15/05/2007
Osan suonar le campane d'agosto

tra stelle cadenti e fontane all'asciutto

dimena il sacrista che corda consuma

batte lancetta nell'ora dell'una

la piazza si sgonfia nelle vie del paesino

nel piccolo borgo solo un lumino

di antichi lampioni e panchine ferrose

e in tutto il d'intorno profumo di rose

si mischia all'odore di sterco odoroso

tra mucche e cavalli e il loro riposo

la dolce collina si sta addormentando

l'ultimo bue emette un lamento

nel fischio soave d'un soffio di vento.

carlosbastos
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Ci hai fatto vivere in un mondo magico.

il 15/05/2007 alle 16:14

Grazie QUIARA,
GRAZIE VERAMENTE.

il 15/05/2007 alle 16:42

Grazie mille Martyr89
mi fa immenso immenso piacere...
grazie ancora.
un caro saluto
sbastos

il 15/05/2007 alle 16:43

bella e ritmata ciao sbastos

il 15/05/2007 alle 17:50

grazie igress...
un salutone

il 15/05/2007 alle 18:23

davvero una descrizione bellissima di quel paesino pieno di quiete e semplicità...diventa sempre più piacevole leggerti carlos...complimenti Julian

il 15/05/2007 alle 18:32

Grazie julian, anche io leggo con piacere i tuoi splendidi scritti, e a volte come con altri ne traggo l'aspirazione quindi UN GRAZIE anche a te....
un caro saluto
sbastos

il 15/05/2007 alle 18:45

Cia Pura, non sai che piacere provo a leggere le tue belle parole...
un saluto forte e grande
sbastos

il 16/05/2007 alle 12:14