Pubblicata il 10/05/2007
Comme fosseme nuje

Ce appiccicamme sempe pe’ogne ccosa,
nun tengo mai raggione e manco tu.
Luntane songhe ‘e tiempe d’ ‘a passione
quanno ce steva pure ‘a giuventù.
E passano ‘e gghiurnate stancamente
nun te va niente bbuono pecchè ie,
si parle tengo troppi ccose a mmente
me ncazzo sule e penzo ê fatte mie.

Ma ‘a notte me cirche,
e stienne ancora ‘a mano.
Io me alluntano nu poco,
ma po’ ce penzo
e t’accarezzo chiano.

Tu ‘a notte me cirche,
io nun me ne fuje
e ce pigliammo ogne vvota,
tu e io, comme fosseme nuje.

Traduzione-----------------------
Litighiamo sempre, per ogni cosa, non ho mai ragione e neanche tu.
Lontani sono i tempi della passione quando c’era anche la gioventù.
E passano i giorni stancamente, non ti va bene niente perché io,
se parlo serbo tante cose in mente , mi arrabbio solo e penso ai fatti miei.
Ma la notte mi cerchi e tendi ancora la mano io mi allontano un poco
ma ci ripenso e ti accarezzo piano.
Tu la notte mi cerchi, io non scappo via, ci prendiamo ogni volta
tu ed io come fossimo noi.

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

ritornata è una rondine al nodo...
e meglio di così non poteva
alimentare il sito...

il 10/05/2007 alle 08:51

naturalmente leggi al..nido...

il 10/05/2007 alle 08:52

antò si ruoss,me piaciut assaje,brav cumpà m'aggia arregriat...cià da Julian

il 10/05/2007 alle 09:29

STRAORDINARIA!!!

danilo

il 10/05/2007 alle 11:02

Si lo ritengo un nido...cui far sempre capo,
ma anche nodo non è male.
Ciao, Antonio

il 10/05/2007 alle 22:59

No...ce vulimme bene tutte e dduje, ma lei si deve alzare più tardi al mattino e allora tene più voglia di me. Ciao, Antonio

il 10/05/2007 alle 23:01

Julian, ma quà ruoss....Mi fa piacere che tu abbia gradito, in fondo si scrive anche per questo.
Grazie, Antonio Covino

il 10/05/2007 alle 23:03

Esagggerato!!! Ciao, Antonio Covino

il 10/05/2007 alle 23:04

Mi hai commentato qui e ne ho gran piacere.
Grande è la considerazione e l'ammirazione
che ho per te. Tia Abbraccio, Antonio

il 13/05/2007 alle 00:50

si, maestro elementare. Grazie, Antonio

il 13/05/2007 alle 00:51

Che bello vederti qui caro amico Antonio..è sempre piacevole rileggerti . Questa poesia la ricordavo..per la freschezza del testo quella della concililiazione che avviene tra due coniugi che lasciano ,le incomprensioni,i piccoli litigi quotidiani , nella pace della notte tenendosi stretti. Ciao Antonio , un caro abbraccio Dora

il 05/06/2007 alle 15:20

Sei sempre cara nelle tue esternazioni e sempre precisa.....leggo solo oggi il tuo commento è ne sono molto felice. Grazie, Antonio

il 07/07/2007 alle 18:45