Pubblicata il 27/04/2007
Deserta è la sera
chiari colori
canta la primavera
lievi odori
sottili come il carro del giorno
verso il suo ritorno.

cieli pallidi e ostinati
soli deboli e fuggevoli
rincorriamo vapori visibili
fuochi delicati e arrendevoli
senza sapere chi siamo
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

chi siamo ?,bella ,saluti

il 27/04/2007 alle 15:39

Bel testo descritto con tenui colori poetici e sfuggenti. Ciao

il 28/04/2007 alle 08:46

tutto scorre e l'uomo viene cancellato come niente. siamo considerati come numeri...

il 28/04/2007 alle 19:00

grazie, hai colto l'essenza del colore...

il 28/04/2007 alle 19:01