PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 26/04/2007
Sto aspettando nella mia fredda cella
quando la campana comincia a rintoccare.
Rifletto sul mio passato
e non ho molto tempo.
Perche alle cinque loro
mi porteranno al palo della forca,
Le sabbie del tempo
per me stanno scorrendo lentamente

Quando il prete viene
a concedermi l' estrema unzione
Io, attraverso le sbarre,
guardo per l' ultima volta
Un mondo che è stato crudele con me

Forse c’ è un errore
Difficile contrastare
il terrore che mi sta vincendo.
È veramente la fine,
non qualche pazzo sogno.

Qualcuno per favore
mi dica che sto sognando,
Non è facile smettere di urlare,
Ma le parole fuggono da me
quando provo a parlare.

Le lacrime scorrono
perchè sto piangendo,
Dopo tutto
non ho paura di morire.
Non credo che ci sia una fine.

Mentre le guardie mi fanno
marciare fuori nel cortile,
Qualcuno mi dice da una cella
"Che Dio sia con te".
Se c`è un Dio perche
mi ha lasciato morire?

Mentre cammino, tutta
la mia vita scorre davanti a me
E anche se la fine è vicina
non sono dispiaciuto
Catturate la mia anima
perché vuole volare lontano.

Segnatevi le mie parole
credo che la mia anima
continuerà a vivere
Per favore non preoccupatevi
ora che devo andare
Sto andando nell’aldilà
per vedere la verità

Quando saprai che il tuo tempo
è vicino alla fine,
Forse comincerai a capire che
La vita quaggiù
è solo una strana illusione.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

....mi pareva di aver già sentito questi versi.
"Hallowed Be Thy Name" ........yeeeeeeah !!!!

il 27/04/2007 alle 12:09