Pubblicata il 25/04/2007
Tolgo vecchi fronzoli
dalla testa
ridondanze incastrate tra i capelli.

Libera da rocce di schermaglie
reclamo il respiro del mio tempo.

Tornerò a commuovermi
con i giri delle giostre
con i colori pasticciati da mani di bambini
con le capriole rosse dei tramonti
e delle lontananze
coi germogli di malinconia
fili di seta
in drappeggi di silenzi.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

bellissima,ciao Mati

il 26/04/2007 alle 07:16

sarebbe proprio il momento di riappropriarci
del nostro vivere, di ritagliarci uno spazio tutto nostro, di portare la nostra gerla piena di pietre
aguzze e buttarla giù nel precipizio,
aprire la gabbia dei ricordi, estirpare la mala pianta
del rimpianto...ma mati, non lo so fare, bisognerebbe ch'io volassi via come rondine verso altri lidi, ma come faccio! mi sembra di essere Prometeo incatenato dove tutte le notti il becco ingordo del dolore mi strappa l'anima...
brava...un caro saluto...gianni

il 26/04/2007 alle 10:43

Bene sognatrice 41!*****
Un caro saluto, alcide

il 26/04/2007 alle 11:17

Tornare a guardare il mondo con gli occhi di bimba e gioire di piccole cose che poi sono le più importanti, lasciando da parte inutili competiozioni.
Riprendere a sognare dal punto ove la vita aveva messo a dura prova questo bellissimo pregio.
Mati, questo è proprio il tuo animo semplice e dolce che ci porgi attraverso la bella lirica.
Ci dai un coinvolgente messaggio di speranza.
Grazie mia cara,
un forte abbraccio
antonia

il 26/04/2007 alle 12:09

ci si innamora delle cose semplici
che ci rimangono sempre nel cuore

il 26/04/2007 alle 12:25

Splendida mati, questo respiro di poesia ci voleva!
Bacio
Melly

il 26/04/2007 alle 15:02

...dolcissima, vien voglia di segire il tuo esempio...e ritornare alle cose semplici della vita, che sono quelle VERE!! Ciao!

il 26/04/2007 alle 15:03

La tua presenza mi giunge graditissima.
Un caro saluto, mati.

il 26/04/2007 alle 15:13

Molto dolce il tuo commento, grazie di cuore.
Benvenuto/a su Ph, un saluto, mati.

il 26/04/2007 alle 15:15

Ad una certa età, un po’ di sano egoismo non guasta.
Basta ritagliarsi un piccolo spazio e rasserenare l’animo con ciò che di bello c’è al mondo.
Gianni, prova a regalarti briciole di gioia, darai alla vita maggiore impegno personale e sentirai meno pesante il fardello delle preoccupazioni.
Un caro saluto, grazie, mati.

il 26/04/2007 alle 15:24

Alcide, supergentile!
Grazie, un carissimo saluto, mati.

il 26/04/2007 alle 15:29

Giunge al mio cuore il tuo commento.
Dai prova di conoscermi a fondo, grazie davvero.
Un grande abbraccio, mati.

il 26/04/2007 alle 15:57

I grandi eventi sono come fuochi di paglia, hanno tanta visibilità, ma nel tempo lasciano cenere; i piccoli brividi, invece, lasciano un segno che dura a lungo.
Un caro salute, grazie, mati.

il 26/04/2007 alle 16:03

Melly, è il respiro della nostra zona, sa di zagara, profumata di semplicità!
Un bacione, mati.

il 26/04/2007 alle 16:17

Proviamoci con tutta la nostra energia!
Grazie del commento, una stretta al tuo cuore, mati.

il 26/04/2007 alle 16:21

Ridonarsi di briciole semplice, lasciandosi cullare dal respiro armonioso.. Bellissima un abbraccio nadia

il 26/04/2007 alle 19:19

Grazie, Nadia, so che condividi appieno la semplicità del cuore e il gesto sincero dei sentimenti.
Un bacione, mati.

il 26/04/2007 alle 21:26

Nel tuo commento mi porgi un augurio ricco di tanta serenità.
Ti ringrazio di vero cuore e spero che ciò possa valere anche per te.
Un caro pensiero, mati.

il 01/05/2007 alle 22:39

Con gli occhi rivolti ai tempi passati, un desiderio di ricondurre il cuore nel suo habitat naturale, in quei siti illuminati dallo splendore del cuore...dove, sovrano, regna un semplice ma intenso sentire.
Un carissimo abbraccio. Marisa

il 16/05/2007 alle 03:57

Che siano i siti del cuore ad attirare la mia attenzione!
Graditissimo il tuo commento che mi conduce in isole speciali, un abbraccione, mati.

il 21/05/2007 alle 16:19

Tornerai a farlo perchè ne hai le capacità e la sensibilità.. e ti verrà riconcesso..
Ognuno ha ciò che gli riserva il destino e in quei contesti impara a vivere.. durante e oltre la vita.. il ciclo non è destinato ad esaurirsi con la morte..
Un abbraccio mati.

il 22/06/2007 alle 23:17

...oltre la vita... quale speranza tu mi doni!
Hai dato un ritmo tenero al tuo apparire, un abbraccio, mati.

il 22/06/2007 alle 23:56