Pubblicata il 24/04/2007
Se almeno avessi un cielo
e due braccia impetuose
come cascate montane
saprei estirpare l’ortica
che insidia il ripostiglio
della mente.

Ma di fango asciutto
le scarpe sono sporche
e della polvere scura
di questa arida terra
sono solide le impronte.

E neanche d’una pioggia fresca
è il conforto
ma
se almeno avessi un cielo…
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

ma spesso il cielo
è ottuso
e la pioggia che scende
è acida
meglio il fresco mare
sopra una barca è...
un dolce andare

a braccia inseguendo
di taglio le onde
coi rami da remo
daremo il meglio
fiaccando il corpo
e la mente

il 24/04/2007 alle 10:16

Complimenti ad entrambi... bravi nadia

il 24/04/2007 alle 13:42

Tuo desiderio di cielo e generosa offerta di mare da parte di Roberto, non resta che scegliere l'opzione giusta.
Un saluto, mati.

il 24/04/2007 alle 17:05