PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 17/04/2007
Come stanco marinaio
seguo il canto delle sirene
e sono condotto
da un vento travolgente
tra scogli affilati
dov'è facile affondare
ma li io inseguo chimere
tra spruzzi salmastri
e vecchie bufere
per sfuggire plaghe
di stagnante bonaccia
dove nemmeno il mare
riesce a fluire.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Personalità viva e forte che non ama le bonacce, ma contempla e descrive con grande capacità la poesia travolgente del mare. Molto piaciuta.

il 17/04/2007 alle 23:06

grazie del commento.
rigo

il 18/04/2007 alle 09:36

Stanco ma indomabile. Grande forza e desiderio di evasione e di nuovi obiettivi da raggiungere. Molto bella.

il 18/04/2007 alle 12:52

vivere in tempesta,veleggiando di sogni!
olè

il 18/04/2007 alle 17:26