Utente eliminato
Pubblicata il 30/05/2002
NEL GELO DEL CUORE

Restare inchiodato ad un duro destino
è questa la sorte talvolta tremenda
che spinge la mente a sussurri di morte.

Provare l’angoscia di sentirsi smarrito
quasi al baratro appresso in eccesso di odio:
è questo l’approdo del perverso cammino.

Se del sorriso l’assenza si prolunga nel tempo,
senza rimorsi e rimpianti atti a porre inversioni,
può la mente offuscata affondare nel buio.

Nel gelo del cuore dove non affiora clemenza
e si macina solo egoismo e sopruso,
è precario il sospiro verso nuovi traguardi.

Si chiude il contorno delle belle emozioni,
si apre il sipario degli affanni e sventure:
ti riman solo la voglia di farti del male…

e procurandolo agli altri
muori ad ogni respiro.

29 maggio ’02

  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)