Pubblicata il 25/01/2007
Non dirmi della strada che percorri
quella di cui graffi la cima nelle sfide,
mostrami la forza del gigante
tra aghi di pino e terra rossa.

Dimmi del mare
dell’onda di sale
quando ti corteggia,
del sole che per te
s’arrampica nel cielo,
di scampoli d’azzurro
ritrovati all’ombra delle stelle.

Non dirmi del dolore
che gocciola dal mento
che scroscia come pioggia
che esplode sulla pelle.

Mostrami le gocce d’anima gemmate
i colori del tuo sfuggente arcobaleno.

Parlami di spazi bianchi
solcati nel desiderio del mattino
e se cammini e sfiori sofferenza
stringila forte a te
e nascondimi la mano

quella che freme
al di là dell’orizzonte
del bosco
degli sguardi.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Parlami di spazi bianchi
solcati nel desiderio del mattino
e se cammini e sfiori sofferenza
stringila forte a te
e nascondimi la mano--

Letteralmente si viaggia con i tuoi versi.. alla ricerca di emozioni e paesaggi dell'anima che ci mettono a confronto con noi stessi e le persone che amiamo..
Un abbraccio.

il 25/01/2007 alle 09:23

che dire: meravigliosa ? siiii

ciao ,Igress

il 25/01/2007 alle 09:34

Muovo un caldo augurio, affinchè tu possa trovare nel cammino che percorri la luce delle forti emozioni.
Grazie della lettura attenta che fai di ogni poesia che leggi, vi entri dentro con il cuore.
Un abbraccio, mati.

il 25/01/2007 alle 11:27

Rispondo con un grazie ed un sorriso al tuo generoso apprezzamento.
Un saluto, mati.

il 25/01/2007 alle 11:29

...e sì, quell'andare insieme, con l'onda che travolge i pensieri e col desiderio di giungere ad una calma riva, dove un raggio benefico consolerà ogni ansia dell'anima...
Grazie, amica, ti sento sempre più vicina, mati

il 25/01/2007 alle 11:33

Ci sono silenzi che esplodono perfino in canti.
Grazie Leon, un carissimo pensiero, mati.

il 25/01/2007 alle 11:35

Molto struggente questo paesaggio di anime a confronto. Un destarsi per infondere all'altro coraggio, oserei dire Fede.
Regala coraggio.
Brava!

simy

il 25/01/2007 alle 12:35

bisogna sempre intravedere uno spiraglio di luce..al di là del guato,al di là del buio..
bella!!affettuosi saluti

il 25/01/2007 alle 12:37

Non è facile sogno, prima di parlare d'amore
ascolto il dolore... Dolce mati ti abbraccio.
Alcide

il 25/01/2007 alle 14:00

invito, monito, quasi preghiera di una donna che ama, al suo "bambino": sia esso figlio - grande o piccolo- o amante, non importa!
Una donna è sempre, anzitutto, Madre!
Invito ad andare avanti, forse, a non piangersi o compiangersi ed a confidare nella propria forza, nei propri Valori.
Alcune "scene" d'ineguagliabile lirismo - ma non le si può citare, perché si rischia di ripetere la poesia per intero..., una per tutte, "mostrami le gocce d'anima gemmate i colori del tuo sfuggente arcobaleno" - fanno di questa composizione l'emblema di "volo di libertà" che può avere la Poesia, sempre che, chiaramente, rimanga ancorata ad una filo conduttore e trovi origine da autentica ispirazione!
Pleonastico specificare il voto.
Che ne dite di un 2...eh?

il 25/01/2007 alle 14:38

Immagini bellissime e profondamente poetiche, fantastico leggerti ed emozionarsi!
Bacio
Melania

il 25/01/2007 alle 15:17

Questo si che e' un bel consiglio....lo terro' presente...

Un abbraccio

ale

il 25/01/2007 alle 15:51

Seppure lo sguardo coglie il dolore, la voce deve infondere speranza.
Grazie per il passaggio della tua emozione, mati.

il 25/01/2007 alle 16:11

Non è facile, eppure bisogna tentare con ogni forza.
Grazie, salutoni a te, mati.

il 25/01/2007 alle 16:14

Il cuore di mamma non può donare amore e conforto solo ai propri figli, ma, abbracciando il dolore dell'umanità e sentendolo vivo sulla pelle, deve infondere a tutti il coraggio e la forza gioiosa della speranza.
Grazie per il commento e per quel due che avrai dimenticato a digitare.
Un salutone, mati.

il 25/01/2007 alle 16:26

Il dolore è stato compreso, ha commosso le corde dell'anima, ma deve essere superato, guardando a quanto c'è stato di bello o a quanto potrà esserci nel nuovo giorno che nascerà.
Un pensiero dolce, mati.

il 25/01/2007 alle 16:30

Molto bella, mati!
Un a visione "positiva" di e per qualcuno che sta attraversando un momento "negativo".
Parole architettate in musica... e ricca di sentimenti.
Un caro abbraccio
Er

il 25/01/2007 alle 17:15

E' un messaggio d'amore universale, dovè ogni anima può trovare quei spazi bianchi da poter far fiorire! Un abbraccio nadia

il 25/01/2007 alle 19:34

Cara Mati, leggere una tua poesia è volare in una magica dimensione, restare estasiati da versi sublimi e dalla mestria con cui fai volteggiare le parole...
Nello stesso tempo è sentirsi coinvolti e commuoversi di fronte all'intensità dei sentimenti...
Questa poesia è un incoraggiamento ad essere forti..a vedere la parte bella della vita, a non farsi soppraffare dal dolore.. ma continuare sempre fieri e speranziosi verso un fututo positivo:
un altro tuo bellissio regalo!!!
Un forte abbraccio
Antonella

il 25/01/2007 alle 20:35

Grazie per il senso della condivisione d'emozioni, un abbraccio, mati.

il 25/01/2007 alle 22:33

Che ti colga la luce ed illumini i tuoi passi.
Grazie, ale, un caro pensiero.

il 25/01/2007 alle 22:38

Parole dedicate a chi non trova pace nel corso della vita, ma ha la forza per andare avanti, guardando alle cose belle.
Grazie, ricambio l'abbraccio, mati.

il 25/01/2007 alle 22:43

Hai compreso appieno il desiderio che ha mosso i miei versi.
Che sboccino fiori profumati per te nel giardino della luce, un abbraccio,mati.

il 25/01/2007 alle 22:47

E chi poteva interpretarla così, se non tu che sai andare incontro alle difficoltà con la voglia di vincerle?
Grazie di cuore, un bacio, mati.

il 25/01/2007 alle 22:52

Scrivi di me?
Er

il 26/01/2007 alle 00:15

il buio non esiste se l'anima è linda e colma di luce , e tu ne sei l'esempio lampante,ogni tanto tornoi, con un pizzico di rimpianto, in quella che fu la mia casa,soprattutto per leggere e salutare te, splendida amica
un grande, grandissimo abbraccio

il 26/01/2007 alle 09:33

Tu sai bene come mi piace guardare avanti col sorriso e la speranza, e vorrei che tutti coloro che vivono momenti difficili trovassero i passi per guardare alla vita con un briciolo di attesa positiva.
Grazie a te per il sorriso che hai saputo donarmi fin dal primo momento del nostro incontro, mati.

il 26/01/2007 alle 11:55

Se ritrovi nei miei versi qualche tua vibrazione, la poesia ti appartiene.
Un sorriso, mati.

il 26/01/2007 alle 11:57

Il buio, spesso, appare col suo peso d'angoscia e rivela quanto si possa essere distrutti dalla sua presenza; eppure l'uomo deve riuscire a cogliere la luce che gli può provenire da diverse fonti e direzioni e non lasciarsi andare allo sconforto.
Sai che ci manchi tanto?
In tanti ci chiediamo di te e ricordiamo quel tuo "rosso" acceso di passione e simpatia.
Un abbraccione e speriamo che torni per postare le tue liriche, frutto e dono della tua versatile sensibilità, mati.

il 26/01/2007 alle 12:09

Versi di una dolcezza infinita; leggere i tuoi scritti è come sentirsi prendere per mano e accompagnati verso un mondo colmo di serenità e di amore: il mondo di un vero poeta!
Un caro saluto. Marisa

il 26/01/2007 alle 19:15

Sento che stringi la mia mano, è bello percorrere insieme a te alcuni passi verso la poesia e i suoi messaggi.
Grazie, un abbraccio con infinita stima, mati.

il 26/01/2007 alle 21:52

...Non dirmi del dolore
che gocciola dal mento
che scroscia come pioggia
che esplode sulla pelle.
Cara Maty,ora che sono arrivata in ritardo..ti è stato detto tutto:Poetica,magica, versi di una bellezza infnita, ci fai sognare, sei splendida....io dico sei tu Maty l'amica mia adorabile!.Baconi Dora

il 31/01/2007 alle 11:56

Dora, stai nel commento con tutto il tuo calore, grazie davvero di cuore, mati

il 31/01/2007 alle 18:49

Che dire..e' molto bella..
ciao....

il 31/01/2007 alle 22:49

Grazie, è già tanto il tuo passaggio, un caro saluto, mati.

il 01/02/2007 alle 16:31