Poesie?

Poesie?
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 28 di Maggio del 2002

E con questa hai compiuto un nuovo approfondito excursus ove il tema della poesia è sviscerato in toto. E braro! Tutta la vita si riflette nella nostra similarità e diversità e quindi anche nelle nostre poesie, e talvolta ci si dimentica di aver a che fare con un'esternazione dell'io di un altro, o addirittura di riflettere sulle nostre che sono un percorso alternativo di conoscenza intuitiva, diretta.
Bravo, sempre temi interessanti
Ciao
Axel

il 28/05/2002 alle 12:42

grazie Axel, prima di tutto per le tue chiare risposte dove si nota sincera informalitá e poi per leggermi con pazienza. credimi ne sono molto contento.
in questi pochi mesi (6) che sono su poetichouse il tuo aiuto é stato alquanto prezioso in una formazione....diciamo poetica.
ciao

il 28/05/2002 alle 16:15

Bella davvero.
Descrizione ( anch'essa poetica ) e spunto di riflessione insieme: sul ruolo della poesia oggi ( la "nostra" poesia ), sulla sua immagine, sul suo essere espressione e focalizzazione interna dell'uomo, sia nelle prospettive dell' "io" che in quelle della "compresenza" di tutti gli uomini come partecipi a un'identico dialogo su loro stessi, sulla comune partecipazione alle realtà di multiforme aspetto della Vita.

il 28/05/2002 alle 18:29

grazie blue,anche se con ritardo ti ringrazio della tua censita. l'ho molto apprezzata. sei un'anima su quei scalini dove.........
ciao.

il 07/06/2002 alle 22:22
Son soltanto poesie
per chi legge
per chi scrive
e per chi é seduto al mare
o sdraiato sulle rive
per chi sogna ad occhi aperti
chi ancora fá coperchi
o per chi é stato amato
per chi é addolorato
per chi insegue una chimera
alla fine si dispera?

Son soltanto poesie
i pensieri fatti a rime
chi si cerca in fondo all'"IO"
o chi parla del suo Dio
chi non vuole ancor morire
pel bisogno c'hé d'amare
anche se la rima amore
passa bene con soffrire
non immune dal gracidare
come rane e gelosia
imponente é il cuore
colossale di chi scrive
come anche fragilitá
della mente ad ogni etá?

Son soltanto poesie
di chi trova strette vie
per raggiunger lui laddove
ció che ha sempre ricercato
in un caos del suo stato
non ancora riordinato?

Son soltanto poesie
s'é dilemma del complesso
della voglia del diverso
dichiararsi/reo confesso?

Son soltanto poesie
di chi veglia notti intere
a riflettere sul come
di qual'cosa quí impostare
che se alza gli occhi in cielo
si rannicchia come un feto
in quel limbo uterato
pronto uscir nel creato
non trovando ispirazione
mette dubbi alla ragione?

Son soltanto poesie
le parole delle genti
loro scritte dalle menti
e dai cuori le sorgenti
che spazian di quá di lá
tra Krishna Dio ed Allah?

Son soltanto poesie
a parlar d'amori propri
e di tante etnie
disperate senza eroi
e di corpi senza croci
sono in fosse tutte comuni
notti eterne/senza lumi
se soltanto son poesie
c'é la fine al sine die?

Son soltanto poesie
di neri/bianchi o di pazzie
religioni/eresie
tentazioni/virtú pie
morti santi o dissacrati
amori veri/amori andati
o di gioie o di dolori
o chi odia o non ha rancori
di chi scrive e di chi legge
o di Dio
quí fuorilegge?

Mescolando umil pensiero
religioni guerre e pace
saran tutti i poeti poi
a finire nella brace?

Pensa sú prendi la penna
prova a scrivere di te
guarda il foglio
smetti ancora
fuori inizia l'aurora
ricomincia
ispirazione
penna in mano
dai
azione
scrivi anche d'altri mondi
e di anime lá sui ponti
pensa ancora
mano in fronte
il trasporto di Caronte
stretta via come la calle
od il volo di farfalle
che la rima quasi a venire
grave leggera o puerile
o come Dante (sol per dire)
non contiene mai le falle
d'un critico cieco e sordo
rimasto giú a valle.

Non soltanto poesia
se confronto viene chiaro
ragionarci sopra via
il dilemma o la partita
come appunto anche la vita.




  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)