PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 16/01/2007
Un danzar di sfuggevoli note,
come anelli di fumo
a trapassar le narici,
innocenti striduli e soffi al cuore:
ti vedo, finalmente!

L'attesa è morta,
soffocata da mutevole ansia,
perdurante paura di perderti,
ancor prima di averti e sentirti...

Lascio cader le nuvole
su questo pomeriggio assolato,
soffici gocce asciugar il mio pianto
e coprirlo, invitandomi al riposo, ora!
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

non h ocapito gli ultimi versi.
v.3
ciao

il 17/01/2007 alle 09:19