Pubblicata il 12/01/2007
Non senti
questo guscio scricchiolare?
Eppure si muove,
ma non sa sbriciolarsi...

E' un picchiettare
un motivo lento,
levigato dà.. una punta inclinata
che rimane nei miei occhi tristi.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

lasci sussurrare l'emozione, riesci sempre a suddividerla in piccoli tocchi, e a chi ti legge con gusto dai l'opportunità di ricomporla e adattarla al proprio battito...tanto piaciuta....bacioni...

il 13/01/2007 alle 01:08

Basta restare in assoluto silenzio e sentire quel ritmo che scorre in te, immerso in un flusso di sentimenti delicati, quasi in magica sospensione.
Sono versi di una dolcezza infinita in cui si rivela appieno il tuo mondo intimo con le mille vibrazioni.
Un bacione a chi scrive col tocco della malinconia e la trasforma in grande Poesia, mati.

il 13/01/2007 alle 11:18

Velati di tristezza questi tuoi versi così musicali...
esprimi un momento difficile in un modo tenero e anche con una certa forza d'animo che ti fa reagire e il tuo guscio scricchiola, ma regge... e ti auguro che si rafforzi sepre più ..
un abbraccio
antonia

il 13/01/2007 alle 18:06

E il tuo animo che si sa accostare agli altri!! Un bacione grazie

il 13/01/2007 alle 19:42

Ogni tuo commento è una gran poesia, perchè è dettato da quel tocco magico amorevole che sai regalare un bacione grazie nadi

il 13/01/2007 alle 19:45

Grazie Antonia, un bacione anche a te per i tuoi commenti, sempre, affettuosi e veritieri.

il 13/01/2007 alle 19:52

Ho pensato a un vecchio disco di vinile...
Gradevole.
N.

il 13/01/2007 alle 20:53

Grazie Nemo, delicato commento. un abbraccio nadia

il 14/01/2007 alle 00:35

La tristezza del poeta: dolcezza che arriva direttamente al cuore.
Molto bella!
Un saluto Marisa

il 16/01/2007 alle 01:39

Grazie marisa sei sempre gentile un abbraccio

il 16/01/2007 alle 11:22