Pubblicata il 06/01/2007
Ho sentito
I gigli aprirsi
Questa notte
La luce sulla strada
farsi latte
Come dire
Quale stupore
momenti
In cui quasi senti
La vita muoversi
E, strano,
momenti
In cui tu sei proprio immobile.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Certo, in quei momenti sei eterno.
Sei fermo ma sei ovunque!
Mi piace questa poesia.
Ciao, alcide

il 06/01/2007 alle 21:06

Gli occhi e l'anima non lo sono mai, immobili, e la tua poesia lo dimostra.
Un caro saluto e buon anno
Cesarorso

il 06/01/2007 alle 22:02