Pubblicata il 25/05/2002
Ora posso
fare,
disfare pensieri e
gridare
arrivando a stravolgermi
ad arruginire nelle lacrime.

-Solo per essere piu' in attrito con me stesso-

Ora posso abbandonarmi
nell'oblio dei sensi,
disperare,
stare male
e tuttavia stare fermo.

O d'amore posso
morire
in un attimo solo
rinchiudermi
come schivi misantropi fanno
in luoghi senza luce.

Cosi' io posso annichilire
senza dolore aprirmi
davanti all'immenso
e con questo fondermi.

Con questo passo

Fino al giorno in cui crepo

Vissuto e stanco
senza piu' lacrime ne' gemiti

Ritornando vecchio
nell'infante.

Questo e' il verso
di me stesso andato
per un attimo di abbandono.


  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)