Pubblicata il 22/05/2002
Nell'ora tacita di luce
un visibilio d'ombre di
cimeli danzano vertiginosi
immillantosi in sinfonica
aura ad un concerto serale.
Con scatto leggero
evoco dai pensieri il
ricordo di te piu' vicino,
ti traduco
immagine di fuoco
se sfalca da te un lampo
e mi ferisce il cuore come
allora
possente innamoranza.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Bella poesia, immagini che prendono forma da un antico criptico linguaggio, formano ombre rosse danzanti sui muri, originale e accattivante!
Ciao!
Axel

il 22/05/2002 alle 15:58

Non mi prendi in giro? Dici che posso continuare a scrivere ? Ciao Nickole

il 24/05/2002 alle 17:05