Utente eliminato
Pubblicata il 20/05/2002


Tra onde di seta verde in tempesta
la mia sirena si torce gemendo,
i capelli come alghe nella corrente,
disegnano mille fiamme sui cuscini,

le mie mani a conchiglia sui seni
godono la morbida loro pienezza,
come stella di mare aperta e distesa
le sue gambe guizzano come delfini

mentre le labbra incollate al suo ventre
suggono la bianca spuma della passione
fino all'urlo angoscioso dell'eterno piacere
di un istante, che s'acquieta come il vento,

lasciandone l'eco sulla spiaggia infocata.


  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)