Pubblicata il 20/05/2002
Gli avvoltoi
Ancora si nutrono del mio spirito
Sto piano cadendo in un vuoto dannato
Ecco che ancora il dolore accorre nel mio letto
Nei sogni dell’incanto
Che mi parlano di te.

Le nere figure ancora mi inseguono
Cercano di prendermi con mani di fuoco
Ma ecco il tuo viso
Fatto di luce e grazia
Che illumina il mio mondo.

Sei tu il mio angelo custode?
Che con voce di pace mi guida nella notte…
Ecco che Dio qualcosa di buono l’ha fatto
Mi ha mandato te
Figura eletta in questa vita impura
E cattiva

Il dono per una peccatrice
Che cerca e non trova

Prendimi per mano
E portami dall’altra parte
Così che io possa conoscere la tua verità
La tua anima scelta da Dio
Per farmi capire il perché di tanto dolore
E vedere il paradiso che la tua voce ora
Mi fa solo sognare.

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)