Pubblicata il 08/09/2006
Mi fermo
incantata
nella valle della luna.

Scorgo tra pareti di rocce
fragili arabeschi di gioia
resi incolori dal tempo.

Uno spiraglio di luce sottile
mi indica resistenti graffiti di dolore.

Resto commossa.

Immagino l’ansia graffiante delle dita.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Stupefacente viaggio di ricerca, scoperta e condivisione di gioie dolori dell'umanità intera..
Il poeta vede con il cuore cose che con gli occhi
non può vedere e comunica in lirica essenziale
ma sensibilissima tutto il suo sentire...
Così io ti penso dolce mati.
Grazie. Alcide







il 09/09/2006 alle 00:41

ispirata in questa valle
uno spiraglio che graffia
e tu che graffi i fogli di poesia
beddissima fu...

il 09/09/2006 alle 08:02

In questi giorni è più grande che mai e lì i sogni ancora ne fanno la loro dimora preferita per chi sa cantare meravigliosamente in versi. Buon week Mati
Un ciao affettuoso
Cesaorso

il 09/09/2006 alle 09:56

La Luna fa parte dell'universo sensibile e raccoglie inevitabilmente gioie e dolori.
Grazie della tua solita grazia nel porgere il commento.
Sia sereno anche il tuo w.e.
Un carissimo abbraccio, mati.

il 09/09/2006 alle 11:18

La condivisione è una parola che dovremmo trafficare di più, per uscire dalle nostre isole di solitudine.
Anche la poesia può essere utile a creare un abbraccio e a dare una spinta al crescere della gioia.
Grazie del commento generoso e di stima, mati.

il 09/09/2006 alle 11:25

Sorrido al vibrare dei tuoi baffi!
Grazie, ciao, mati.

il 09/09/2006 alle 11:30

La luna ha sempre tanti occhi che la puntano e tanti cuori che sperano nella sua protezione.
E' un punto di riferimento per poeti e cantori, nessuno resta immune della sua particolare attrazione, neanche tu!
Grazie, tanta serenità lunare, mati.

il 09/09/2006 alle 11:35

Cara Mati, ci regali una poesia complessa, profonda: nella valle del tuo cuore, i ricordi felici sono fragili, i ricordi dolorosi sono illuminati da uno spiraglio di luce (il dolore c'insegna sempre qualcosa, ha una funzione conoscitiva e non lo si dimentica facilmente, è piu' facile che lenisca il ricordo gioioso). Mi è piaciuta tanto. Baci. marina

il 09/09/2006 alle 12:51

Tocchi rupestri intrisi di un animo sensibile e raffinato.
Bella!
Un abbraccio
Er

il 09/09/2006 alle 20:13

Magnifica la tua interpretazione, frutto di una profonda riflessione sul dolore e sulla vita.
Un caro abbraccio, legato a particolare stima, mati.

il 09/09/2006 alle 21:31

Giunge dritto al cuore il tuo commento.
Tu, che ti dedichi con particolare trasporto alla cura della poesia, sei solito fermarti nella valle della luna e conosci bene certi percorsi che inducono ad esplorarla in profondità.
Ricambio l'abbraccio e lo unisco al mio grazie, mati.

il 09/09/2006 alle 21:42

Mati fai vibrare le corde dell'anima nel tempo in maniera esemplare, incantevole...bacionissimi fra

il 10/09/2006 alle 01:33

Ti adagi con estrema eleganza e sensibilità al dolore, sei una maestra in ciò dove ogni anima può apprendere e crescere, un abbraccio affettuoso e pieno di stima Nadia

il 10/09/2006 alle 12:30

E tu sai tendere le corde della tua anima verso l'ascolto attento.
Grazie per l'affetto, un abbraccione, mati.

il 10/09/2006 alle 14:40

La vita mi ha offerto tante esperienze da valutare, sia personali che di altri, e cerco di rappresentarle in un grande affresco di memoria.
Tu riesci a percepire sempre le mie emozioni e perciò l'affetto che ci lega cresce sempre più.
A te un abbraccio stretto, grazie, mati.

il 10/09/2006 alle 14:48

In questi graffiti ed arabeschi,
trovare tracce del tempo..
e intravedere graffiti di dolore.
E rimanere commossa
immaginando l'ansia graffiante delle dita.
La mia meravigliosa amica Maty,
in un cesello ricamato. Un abbraccio di cuore!.Dora

il 10/09/2006 alle 23:58

la valle della luna...quale miglior auspicio, rientrando,leggere le tue gravi e insieme dolci e lievi parole sulla mia Musa?
grazie , Mati
un grandissimo abbraccio

il 11/09/2006 alle 11:49

Dici bene, trovo tracce del tempo dell'umanità, e mi commuovo per quanti hanno avuto poche gioie e tanti dolori.
Ricambio con affetto e ti ringrazio, mati.

il 11/09/2006 alle 22:28

Bentornata, ti aspettavo!
La tua Musa volge il suo sguardo sorridente o accorato sul mondo ed incide le sue sensazioni nella valle del silenzio.
Un abbraccio al tuo rientro fecondo su Ph, mati.

il 11/09/2006 alle 22:34

Bontà tua, grazie, un caro saluto, mati.

il 11/09/2006 alle 22:37