Pubblicata il 15/07/2006
è nero quel viso
come la notte più oscura
una logora sacca
il bagaglio
una camicia sgualcita
color della luna

sta seduto
vicino ai binari
lo sguardo confuso
mi siedo lì accanto
e sorrido
allo sguardo sorpreso

ha occhi grandi
bianchi alla luce
di stanchi lampioni

mi parla di un luogo
di duro lavoro
del colore di pelle
e quel vuoto del cuore
che si sente solo

poi narra
di terra lontana
d'un grande fiume
che riflette ogni stella
e una chitarra
che spande le note
fino all'aurora

poi un lungo viaggio
d'incerto cammino
e cercare lontano
i diritti di un uomo
ma il pane è cattivo
ha strano sapore
bagnato soltanto
da lacrime amare

un treno ora suona
e spezza il racconto
si alza esitante
e mi tende la mano

la prendo, sorrido
gli dico" fratello
stanotte con te
ho lontano viaggiato
sulla riva d'un fiume
alla luce di stelle

una vecchia chitarra
in silenzio con te
le note ho ascoltato".
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Un dolce intreccio di mani dal colore diverso a significare il senso della fratellanza e dell'appartenenza ad un unico cielo.
Ancora pare utopia, ma la speranza non muore nel cuore di chi è sensibile, grazie, mati.

il 15/07/2006 alle 15:43

Immagini che uniscono fratellanza, solidale ascolto, in un'atmosfera docile che trascende il caos e materiale e razziale di questo mondo...

il 15/07/2006 alle 18:12

...una stretta di mano che sanciva due solitudini in un mondo che ha creato confini di nulla

il 15/07/2006 alle 18:41

Solamente un'acuta sensibilità consapevole,poteva scrivere dei versi così belli. Non la credo affatto utopia,ma mancanza di volontà da parte dell'egoismo imperante. Purtroppo ,ancora molte,troppe anime subiscono discriminazione e cattiverie. Mi hai commossa sul serio.franca

il 16/07/2006 alle 05:26

Bravò !!! Bravòòòòòòòò!!!!!!!!!!
idealmente con te, che ti sei fermato un momento vicino ad un altro e alle sue difficoltà di colore e paese.
Il tuo momento rimarrà nel cuore di quell'uomo come una piccola stella
così in pochi ci ricordiamo..le parentele
è stato bello ...vedervi ..:-)

il 16/07/2006 alle 12:59

Anche la curiosità di voler imparare vite diverse, Franca
Di fatto a lui è rimasta una stretta di mano, a me invece la conoscenza diretta di un mondo di cui avrei ignorato le meraviglie.
Chi ci ha guadagnato di più ?

il 17/07/2006 alle 00:42

...sono tante le stelle su quel fiume a specchiarsi la notte
e dolci le note della chitarra le fanno sostare a guardarci

il 17/07/2006 alle 00:44

il tuo cuor di viola è fiorto d'amore per chi ha tristezza nel cuore
che bella Luigi...veramente bellissima

il 17/07/2006 alle 11:59

...un bacio al profumo di viola

il 17/07/2006 alle 13:09