Pubblicata il 26/06/2006
Saccio scrivere sulo ‘e nustalgia
d’’e cazuncielle curte e d’’e voce
c’ hanno dignuto tutt’’a vita mia. (d=r)

Aggio vuluto bene a “cristo ncroce”
maie na cazzimma e maie mmeriuso
cercanno sempe ‘e dì parole ‘e pace.

E so’ rimasto ch’’e ricorde d’’o passato
quanno currevo appriesso a nu pallone,
mò ca me sento sulo e scunzulato

chiagno pure si penzo a Maradona.

Traduzione
So scrivere solo di nostalgia
Di pantaloni corti e di voci
Che hanno riempito tutta la mia vita

Ho voluto bene ai derelitti
Mai una cattiveria e mai geloso
Cercando sempre di parlare di pace

E sono rimasto con i ricordi del passato
Quando correvo appresso ad un pallone
Adesso che mi sento solo e sconsolato

Piango pure se ripenso a Maradona

  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Sempre bravo, caro Antonio. Ciao. Marina

il 26/06/2006 alle 13:13

...è il destino del poeta, la nostalgia
idealizzare i ricordi

il 26/06/2006 alle 16:03

Grazie Marina, sempre gentile. Ciao, Antonio Covino

il 26/06/2006 alle 20:28

La nostalgia è una gran fonte d'ispirazione...
Cao, Antonio Covino

il 26/06/2006 alle 20:28

Nostalgia canaglia che quando ti assale...... sà regalarti emozioni che anche se vecchie sembrano sempre nuove .
Con vero piacere ti leggo....ti mando un affettuoso abbraccio.....GABRIELA.

il 26/06/2006 alle 22:25

Il tuo abbraccio gradito e nostalgico
tra persone che hanno il culto del rispetto.
Ricambio affettuosamente

il 26/06/2006 alle 22:56