Pubblicata il 16/05/2002
Calma è la notte
in questo caldo autunno,
il soffio del vento è leggero fra i rami
per non disturbare quei dolci pensieri.
Ascolto il battito del mio cuore,
così tranquillo e lieto
come fosse una nenia
che mi vuol cullare.
Guardo la luna,
mi sorride un po' mesta,
sa che son sola e non ti voglio pensare,
si veste di nubi e pian piano si cela.
Per ore dovrò attendere
il tuo sguardo col dolce sorriso,
e mentre il tempo cammina lento
placo quell'angoscia che mi assale.
Un fruscio fra i rami
mi sveglia dal lieve torpore,
il cielo schiarisce, è quasi l'alba,
verso casa voglio tornare.
La brezza del mattino
mi fa rabbrividire,
come una carezza d'amore
così tenera e sensuale.
Timidamente il sole
si affaccia dietro al monte,
posa sulla mia guancia un bacio
mentre lo guardo dalla finestra.
La lunga attesa è ormai finita,
apri la porta e ti corro incontro
ti stringo forte al mio petto ansante,
sparisce di colpo tutta la mia paura.
Sento il tuo cuore palpitante al mio,
soffoco coi baci il tuo respiro
e nella nostra alcova
felice ti avvolgo d'amore.

Paola
6 ottobre 2001
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Attimi d'attesa interminabili in compagnia di sorella notte.
Attimi vestiti da nubi passeggere e chiarori di luna.
Attimi di luce solare...
Attimi d'abbracci...
Attimi d'amore...

;-)
Un abbraccio Paola
M'

il 16/05/2002 alle 08:26

Sublime l'attesa verso il nuovo chiarore
sublime l'attesa verso il momento d'amore

Airon

il 16/05/2002 alle 13:23

Tenerissima la tua notte d'attesa, con quella luna che "si veste di nubi" ed il sole che infine ti porta l'amore...
Ciao
Axel

il 16/05/2002 alle 13:33