Pubblicata il 07/06/2006
Tiene ‘o core ‘int ‘o zucchero,
comm’è doce st’ ammore,
cchiù d’’o mèle ‘o sapore
e pirciò l’j’a pruvà.

È na crema squisita
chesta vocca carnosa,
‘o sapore d’’e vase
ca te fa cunzulà.

È na torta ‘e staggione
chesta pelle c’addora
comme fosse ‘o sapore
‘e nu scicco babà.

Ma coccosa nun quadra,
si nun songo indiscreto:
tu nun tiene ‘o diabete?
Vide mò comm’ ‘e fa.

--- è una traduzione----
Hai il cuore nello zucchero, com’è dolce questo amore,
più del miele ha sapore e perciò devi provarlo.
E’ una crema squisita questa bocca carnosa,
il sapore dei baci che ti fa consolare.
E’ una torta di stagione questa pelle che odora
come fosse il sapore di un elegante babà.
Ma qualcosa non quadra, se non sono indiscreto:
tu non hai il diabete, regolati un po’ tu.



  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Che ti dice sempre Franca? TU SSI' NA COSA GGRANDE TOTONNO!!!!!! Senti,me la dedichi ,meno l'ultima strofa?(mugliera permettenno?) Nu' vasillo e mille vase!.ciaoooooooo.franca

il 08/06/2006 alle 04:39

E' tutta tua...senza l'ultima strofa...
e un bacio ce lo metto io. Antonio

il 08/06/2006 alle 20:53

Versi dolcissimi per una donna che li merita. Ciao, mati.

il 08/06/2006 alle 22:05

l'ho trovarta ironica, giochi con alcune situazioni che possono venirsi a creare e forse al di là del miele che fanno vedere, tengono poco,
ciao!!

il 16/06/2006 alle 14:19