GAF
Pubblicata il 10/05/2002
La mia mamma, quand’ero piccolina
mi cantava la ninna-nanna,
mi raccontava le favole
ed io costruivo castelli sulle nuvole.
Anche se si alzava presto per andare a lavorare
nulla ci faceva mancare.
Se una lacrima il mio viso rigava
lei con un fazzoletto l’asciugava.
Mai mi ha negato il suo affetto
ed il bacio prima di andare a letto.
Se il ginocchio si sbucciava
con quanto amore mi curava.
Quanto amore ci ha donato
non so fino a che punto è stato ricambiato.
La mia mamma è davvero speciale,
è una persona eccezionale.
Fino ad oggi non gli ho mai detto
quanto è grande per lei il mio affetto.
Mai l’ho saputa ringraziare
che grande mi ha fatto diventare.
Ora che vedo l’argento nei suoi capelli
mi tornano in mente i momenti belli,
quando in braccio mi prendeva
e quando si arrabbiava mi rincorreva.
Mamma sono passati tanti anni
tra risa ed affanni,
ma mai potrò dimenticare
chi il suo più grande amore mi ha saputo donare.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Bettyyyyy
Fantastico, le abbiamo messe lo stesso giorno e lo stesso argomento !!!
Telepatia congenita ?

Ciaoooo
Luigi

il 10/05/2002 alle 14:33
GAF

forse perchè domenica è la festa della mamma?
io volevo fare una sorpresa alla mia e tu?

il 10/05/2002 alle 18:23
GAF

Ciao mamma guarda che sorpresa che ti faccio la poesia che ho scritto per te pubblicata in internet.Auguri per la tua festa.Ciao
Betty

il 10/05/2002 alle 18:25

Io ho pescato a casaccio fra la trentina sull'hard disk, ma non è venuta intera e non se ne capisce il senso.

Luigi

il 10/05/2002 alle 21:31