Pubblicata il 10/05/2002
Scivolati nel nulla ed assopiti,
Incubi nati da solitudine e misantropia
Dall'ancella Tristezza, sanguinante, scivolo via.

Pensieri grandi diventano pazzia
Sul pianeta dei non folli.

Prendo il mio destriero e me ne vado, a correre fra il crepuscolo
Tra i chiari di Luna e giornate di finta Eternità:
"Sono un pensiero mal riuscito di un dio sognatore dall'inconscio crudele?"

E arrivò Notte a ridestarmi dal mio sonno!


Seleziona Categoria
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)