Pubblicata il 29/04/2006
Sola io
nei miei pensieri,
in questa notte
torno sui quei passi lontani,
stagioni di un cuore innamorato
da un mito ormai sfilacciato dal tempo,
lunghi travagli insidiosi e coraggiosi dell’anima
per quella flemma opportunità di fiducia privata.

Sola io
nel mio dolor ormai provato, ascoltato e appreso
rilancio la mia speranza nell’attesa
di una nuova stagione che sappia cogliere e apprezzare
le sfumature del mio essere me stessa.
  • Attualmente 1/5 meriti.
1,0/5 meriti (1 voti)

Complimenti! Niente male per essere una poesia composta alle 3.30 di notte! Riesci sempre bene ad esprimere i tuoi sentimenti....magari diventerò anche io come te..un giorno!
un bacio Vale

il 29/04/2006 alle 21:27

Hai elaborato in solitudine e nel tempo il tuo dolore, è giusto che sia così, bisogna che da soli si leggano le storie della vita per accettarne anche l'esito negativo.
Ora rilanci però la speranza col cuore pronto a nuove emozioni e ciò è bello, bisogna credere che qualcosa avvenga, si è già a metà strada!
Un grande abbraccio e che ogni tuo desiderio possa realizzarsi al più presto, mati

il 29/04/2006 alle 23:35

è un componimento in cui analizzi l'abisso percorso, da cui sei uscita con speranzoso passo per ritornar in superficie, dove la gente t'ascolta tra rigogliosi brividi di dolcezza, che il tuo essere emana in ogni stagione del cuore...bacioni fra

il 30/04/2006 alle 00:48

Come una marea la tua poesia che dopo aver ritirato le acque da antiche spiagge piagate ora cerca di riabbracciare lidi di speranza. Molto bella.
Un ciao
Cesarorso

il 30/04/2006 alle 09:30

I consigli sono goggioline di sostegno che aiutano all'inizio, ma poi e il nostro essere che deve affrontare ,in silenzio, alla propria riflessione interiore, granzie infinite per il bel commento nadia

il 30/04/2006 alle 18:12

grazie, riuscire a esprimere i propri sentimenti costa fatica ma il risultato, ti da una gran soddisfazione nel cuore. ci riuscirai abbi fiducia bacio nadia

il 30/04/2006 alle 18:15

Mati e il mio modo di essere che mi spinge ad affrontare il tutto così, nella speranza che albeggia sempre un grazie a te immenso amica mia e un bacione nadi

il 30/04/2006 alle 18:19

Si, esatto un percosso speranzoso guidato dal mio esser me stessa, un bacione a te nadia

il 30/04/2006 alle 18:22

Grazie di cuore per averla considerata una bella poesia, ciao nadia

il 30/04/2006 alle 18:24

Che il Nilo (il tuo poetare) inondi le tue rive e con il
suo limo ricopra "il tuo dolor ormai provato" e la speranza unica medicina di ognuno di noi ti doni primavere di luce.
intenso e dolce contenuto che in questo caso da solo dà calore alla tua poesia. ciao e un pensiero a te cara amica franco

il 01/05/2006 alle 21:35

Grazie a te e alla tua gentilezza, che mi lusinga ciao nadia

il 01/05/2006 alle 22:16

Poesia di fiducia e speranza.
La fede in te stessa ti porterà ad essere nuovamente protagonista..
Un abbraccio.

il 04/05/2006 alle 00:15

la stima di noi stessi è già un buon traguardo! grazie tante

il 04/05/2006 alle 00:38