Pubblicata il 05/02/2006
Cuore mio,
che si stringe a un lento brivido,
che scorre e affiora all’anima.
Allo sguardo intimorito e smarrito
alla ricerca tra le vie dell’ esistenza
la sua fatidica locanda della felicità.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Possa presto questo tuo cuore, invaso da mestizia, trovare un luogo sereno ricco di affetti sinceri, un abbraccio e buona domenica, mati

il 05/02/2006 alle 11:38

Una locanda spesso chiusa, vero??

il 05/02/2006 alle 11:53

Grazie carissima Matilde, un abbraccio affettuoso

il 05/02/2006 alle 14:25

Si vero, Penso che la responsabilità sia in parte dal destino che la ostacola e da noi stessi che non poniamo la giusta attenzione. Grazie ciao Nadia

il 05/02/2006 alle 14:31

breve e intensa come la mestizia che sopraggiunge
nell'affratto più profondo del cuore e che dopo sale, sale..ciao da fra

il 05/02/2006 alle 23:22

Grazie per l'attenzione, ciao Nadia

il 06/02/2006 alle 16:41

...è una via priva di sole che spesso non trova sbocco, ma è un vivere che sa di sopravvivenza

il 14/02/2006 alle 00:37

sono attimi che colpiscono il cuore, grazie per l'attenzione ciao Nadia

il 15/02/2006 alle 13:09