Pubblicata il 03/01/2006
"Con gli occhi di un bambino,
vorrei vedere i tuoi occhi.
Con gli occhi di un bambino
accarezzare il tuo volto puro e semplice,

Vorrei vederti con gli occhi di un bambino,
raccogliere tutto da te,
con gli occhi di un bambino che non sa odiare,
perché non puoi essere odiata,
ma amata per quello che sei.

Con gli occhi di un bambino
che non resiste ad una tua carezza,
e raccoglie dal tuo seno l’essenza di una vita,
quella stessa che gli donato.

Vorrei vederti con la sua purezza e assimilare tutto,
perché gli occhi di un bambino
non sanno dare,
se non un ingenuo sorriso che racchiude la sua parola,
Perché gli occhi di un bambino
non sanno odiare,
se non abbandonarsi in capricci misteriosi
per avere una tua carezza,
Perché gli occhi di un bambino
non sanno giudicare,
se non abbandonarsi in tenere espressioni.
Con gli occhi di un bambino,
che tutto prendono da te.

Vorrei tutto da te,
e con gli occhi di un bambino spalancare la tua anima,
per immergerci nel nostro amore,
tu che prendi i miei sorrisi,
di quegli occhi da bambino.




....scritta qualche ann fà e pubblicata su P.H. nel 2001...
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Una bella emozione...
Mi ricorda l'amore verso la mamma e l'istinto primordiale dei banbini, guardare negli occhi nel percepirne l'emozioni.
Ricordarsi come gli occhi puri sono l'emozione istintiva.
Forse l'accorgersi di questo serve a riflettere, su come bisognerebbe essere.
Padrone dell'esperienze acquisite, ma istintivo e con occhi come braccia aperte al futuro.

Ciao e grazie
Luigi

il 03/01/2006 alle 14:22

Con gli occhi di un bambino si può vedere tutto e spesso ci dimentichiamo e respingiamo il fanciullo che c'è in noi...peccato! bel testo che forse ho letto nel lontano 2001...MR

il 03/01/2006 alle 16:31

Si Maria Rosa...ottima osservatrice..nel lontano 2001...
;-)
Grazie!

il 03/01/2006 alle 21:46

Poesia delicata. I loro occhi sanno cogliere il meglio del mondo, peccato solo che crescendo non riusciamo a mantenere sempre tale sguardo. Ciao Nadia

il 05/01/2006 alle 00:13

Traspare la voglia di sentirsi bambini per sentire quel profumo di cose semplici, non viziato ancora dall'odio e da inganni.
Un bel tornare a quell'età, ciao, mati

il 05/01/2006 alle 16:15