Pubblicata il 19/12/2005
Chi porta a sè le luci delle stelle
-stasera-
che ogni polvere è intrisa del tuo amore?

Bellissimo vento -ladro di luce-

Ogni aroma fugge dai quattro punti
per coprire il destino
e coccolare il cammino

Accendendo luci
sotto un albero rosso di tristezze

Mentre il buio nasconde le lacrime
una piccola bugia ride a chi si ama

e di te non lascerei null'altro che il vento
-vento caldo...vento d'amore-
come il tuo mare

(e il tuo amare...sono io)
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

BELLA POESIA DI DOLCEZZA E ESTREMO INTERESSE LIRICO. PAISA' TI SALUTO COL CUORE SEMPRE GIùGIù

il 19/12/2005 alle 18:03

grazie ricambio e ti do gli auguri di un ottimo Natale

il 19/12/2005 alle 19:27

Altre che vento caldo ... è proprio uno "scirocco" d'amore...
Ciao,antonio

il 19/12/2005 alle 19:53

hai scritto il mio vento..............parole bellissime, colorate,vive,struggenti,vere,delicate,,,se non fai attenzione,,come una raffica di vento,,potresti perderne il profumo,.,.,..,vento e mare...ecco le nostre dimensioni...

il 20/12/2005 alle 13:12

Questa poesia ha una architettura particolare, mi piace moltissimo, un voto che sa di mare a quel vento, salutone ed augurissimi, mati

il 20/12/2005 alle 15:39

che ne sappiamo dunque noi dell'amore, se è il caldo vento a dovercelo ricordare?

il 20/12/2005 alle 16:51