PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 15/12/2005
Anna non voglio perderti

Me lo sussurrai parecchie volte,
nei momenti di apatia
nei momenti di dolore
nei momenti di bulimia
nei momenti in cui la vita è un eterno ritorno.


Anna non voglio perderti

Mi urlai dentro tante volte,
anni trascorsi a subire
anni in cui la vita d’uscita è il monologo interiore
anni in cui crei un mondo tutto tuo
anni in cui attendi, codardo di ucciderti.

Anna non voglio perderti

Me lo conficcai bene nel cervello mesi fa,
quando diedi fine ad un circolo vizioso
quando trovai la forza a non soccombere più
quando persi 9 chili in una settimana
quando vidi il mondo per quello che era realmente.

Anna non voglio perderti

Me lo ripetei all’infinito,
quando iniziai a mascherarmi di rosso plastificato
quando l’arroganza fu la mia fedele amica
quando m’auto-convinsi che l’amore è una gran puttanata
quando mi guardai nello specchio e vidi chi stavo creando.

Anna non voglio perderti

Me lo sputai addosso due mesi fa,
nei momenti in cui pensai forse è meglio che la smetti
nei momenti in cui qualcuno s’innamorò di te
nei momenti in cui riflessi e iniziai monologhi senza autocommiserazione
nei momenti in cui mi sentii rubare l’anima.

Anna non voglio perderti

Me lo dicesti oggi, in macchina sotto un sole pungente
la tua voce, tremante inghiottitrice di lacrime rabbiose
la tua anima in cerca della mia
il tuo cuore deluso e amareggiato da troppe polveri e ragni
il tuo amore verso me, troppo forte.

Anna non voglio perderti

Il tuo grido incontrò la mia di voce ormai stanca
che ,
svelarono senza reticenze Anna
ruppero plastici rossi
distrussero la nicchia
scalzandole l’anima.

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

spero tanto anch'io che anna non si perda.. ha moltissimo da dire e da dare...

il 15/12/2005 alle 15:02

anna si stava perdendo in qualcosa che non le si addiceva. Anna è risorta per la natura che è. Anna si è annullata spesso per altri perdendo se stessa. ora penso che anna l'abbia trovata. Un bacio grazie per il commento.

il 15/12/2005 alle 18:47

è incredibile questa poesia...incredibile queste parole torrenziali...meravigliosi versi..."quando mi guardai nello specchio e vidi chi stavo creando."...questo verso è piena consapevolezza di se....sono senza parole però sperò che il tuo guardarti dentro non sia un coltello che scivola dentro la tua carne,così ti ferisci!.....Anna non si perderà...tu non perderai anna...puoi stare tranquilla!....questa poesia è il tuo filo d'ari-anna!....bravissima!
ciao
Ale

il 15/12/2005 alle 19:17

grazie urlo. Felicissima ti sia piaciuta. Grazie. Grazie di leggermi spesso.

il 15/12/2005 alle 19:33

sai badare a te stessa brava.

il 15/12/2005 alle 20:13

grazie...:)

il 15/12/2005 alle 20:38

In ceri punti mi ci ritrovo proprio!! (e non solo per il nome) ;-) E nemmeno solo per i 14 chili persi questa primavera!
"... e vidi vidi chi stavo creando..." è verissimo!
Se ti capita leggi quello che ho scritto in "un mutamento una passione"... è molto meno introspettiva della tua, più scanzonata, ma il punto di partenza ( o di arrivo?) credo sia lo stesso
Baci
A.lisa

il 15/12/2005 alle 21:36

grazie omonima,l'ho letta ed è molto particolare. Musicale. La chiusa dice molto. E' vero, per sofferenze si cambia molto e non ci puoi fare nulla.
Si può attendere qualcuno che ti possa accettare e capire,perchè ci sono traumi troppo reconditi che da sola non puoi sanare ed evincere. Un bacio ed un abbraccio e grazie.

il 15/12/2005 alle 21:51