Pubblicata il 20/10/2005
Dea
che in te tutto accogli
che ti presti in tante forme
dall'Uno anch'esse nate
per poter entrare in questo mondo.......

Dea delle messi,
Dea degli inverni
che paiono morire
mentre Tu sai
che si apprestano a dormire.

Dea di ogni cosa
e di ogni giorno,
come le stagioni
ripercorso
in questo mondo
che non pare mutare
solo perchè velocemente continua a cambiare.
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)

se posso permettermi di darti un consiglio, questa poesia la metterei nella categoria Formule magiche, non negli haiku, poichè questi ultimi sono composizioni brevi, formate da cinque sette cinque sillabe. Comunque questa è mi pare una bella poesia. marealto

il 20/10/2005 alle 20:22

E' SEMPRE LA TUA SCRITTURA PIENA DI LIRISMO MAI CONTRAFFATTO, SIA NEL FIABESCO CHE NEL REALE. LA DEA IMMAGINE E SIMBOLO DI FIABA IN QUESTA POESIA ASSURGE A RICHIAMO STAGIONALE SUGGESTIVO E PURE, SENTITO. GIùGIù

il 20/10/2005 alle 23:06

grazie, sì, credo che la liricità debba esserci ovunque. Molto mirato e intelligente il tuo commento. Saluti Elaine

il 21/10/2005 alle 19:26