Pubblicata il 17/10/2005
Ho visto sul viale
guardiani indifferenti
versare fiumi d'ombra
sui miei passi
mentre correvo
dietro i miei pensieri
oppressi
dal fuoco dell'estate

poi stendere
tappeti di corallo
misti a frammenti
persi dall'aurora
Come una resa
al Signore Inverno

Non c'è respiro
un alito di vento
un sussurrar
che turbi la mia scena

eppure fiocchi
vedo nel danzare
brandelli persi
al sole di un'estate
un ultimo sorriso
nel cadere
di chi morire sa
senza rimpianti

e un'altra foglia
or si lascia andare
ondeggia piano
e mi carezza il viso
forse solo
l'ultimo saluto
prima di farsi goccia

in quell'immenso mare
di sorelle arrese.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

non arrese, solo addormentate. Inverno è solo piccola morte che prelude ad una più grande vita. Molto bella.

il 17/10/2005 alle 14:14

...chissà, forse si lascia andare a terra e morire, per non restare sola su quel ramo e vivere di solitudine. Un destino di tanti.
Ciao.

il 17/10/2005 alle 23:34