Pubblicata il 09/04/2002
Fu dura ......
ti lasciai presto per il pane
i mattoni /un futuro.
Fù il freddo,il freddo di Settala
ad accogliermi ad assecondarmi,
vigile e ritto su un cantiere.
Mi concesse nebbia in battere
per cinque giorni cinque,
pausa ed isole.....
sul lago di Varese.
A tempo scaduto ritornai.....
alla zagara fiorita/tu non c'eri
dimenticasti il tempo......
la meridiana dell'attesa.






  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Bella, nostalgica e malinconico ricordo del passato...
Ciao
Axel

il 09/04/2002 alle 21:03