Pubblicata il 08/04/2002
svegliati,tu che stavi dormendo!nel tuo occhio una spranga c’è già!
Non vedi che il tuo sangue schizza ovunque?la morte nera ti vuole,
ti desidera,ti possiede,bastardo che non sei altro!i chiodi infissi nel
tuo cervello ti logorano;ma è ben di più ciò che ti accadrà!vermi
viscidi e fangosi navigheranno nel mare dei tuoi occhi,ragni nei capelli,farfalle nella gola.leggiadri corvi ti sussurrano soavemente
nelle orecchie,avvoltoi accarezzano la tua pelle morbida.usa la forza,alzati,scopri il potere che c’è in te.no!non ce la fai.e allora lumache allegre scivolano sulla porosa tua lingua,la loro bava ti stimola l’appetito.reagire?come?sanguisughe irreprensibili succhiano la tua linfa vitale,che ormai non c’è più.l’aspra bipenne conficcata con estrema dolcezza nel laido capo ti spettina i capelli.
Giovani insetti sguazzano atrocemente nel mare di sangue che ti circonda.e il navigare è loro dolce in questo mare.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)