GAF
Pubblicata il 05/04/2002
Li vedi quei palazzi?
Qui costruiscono tutti come pazzi.
Dove sono finiti i prati?
Di cemento gli hanno affogati.
E la natura che fine ha fatto?
Se la nomino mi dan del matto.
Oggi tutto è asfalto e cemento,
tutto quel che costruiscono è senza sentimento.
Cerco la natura intorno a me,
guardo bene ma non ce né.
Dove andremo a finire,
se la natura continuiamo a seppellire?
Mi rivolgo ai costruttori,
non pensate solo ai vostri tesori.
Lasciate spazio anche alla natura,
quella vera grande e pura.
Non fate che un domani ai nostri figli,
dobbiamo raccontar cos’erano i conigli.
Lasciateci un prato su cui giocare,
correre,rotolarci e dimenticare,
dimenticarci di dove viviamo,
della plastica che respiriamo.
Se ascolterete questo mio appello,
vedrete che tutti avremo un mondo più bello.
Un mondo,in cui vivere non sarà più dura,
imparando il rispetto per la natura.

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

E' una stupenda poesia
ma non è la sola,
è solo una delle tante stelle
che hai nel tuo archivio,
l'importante è che tu ti migliori sempre
perchè non c'è limite,
almeno nell'immaginazione
si può dare di più...
in ogni senso...
ogni traguardo è una partenza...
ferma!
un attimo...
però che bello che è
rotolarsi in un prato verde!

Complimenti.

il 10/07/2002 alle 21:40
GAF

nella vita non si finisce mai d'imparare ed io per farlo chiedo sempre di essere critici con le mie poesie,con i complimenti non s'impara(anche se fanno immensamente piacere!)per farti capire in un anno quello che ho imparato ti porto l'esempio di un concorso internazionale:
aprile 2001)4° premio
aprile 2002)Premio selezione(equivale al 1°).
Non puoi capire com'era stato difficile per me scrivere questa poesia per un concorso a tema "Ambiente e Natura" per me che vivo in campagna non era semplice poi ho guardato la strada e vedere quella bruttissima striscia nera in mezzo al verde mi ha fatto riflettere e mi sono resa conto che il cemento sta uccidendo la natura,è così è nata.
Grazie di essere così presente nelle mie poesie,è stupendo avere dei lettori propri.
Ciao
Elisabetta

il 11/07/2002 alle 07:23