Pubblicata il 23/05/2005
Fuori silenzioso,
un alito di vento
esplorava il vasto spazio intorno,
tra danze e fuochi nel buio.
Arriva Dioniso
su di un arcano carro,
varca l’orizzonte
salutando gli ospiti,
la marea porterà
nuove realtà,
giorni indistinti.
Innocenza perduta,
purezza smarrita,
vieni più vicino
dio ebbro,
portaci via con te,
verso la regione sconosciuta,
l’estasi sarà l’approdo finale,
vogliamo essere pronti.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

un poeta grande chau

il 24/05/2005 alle 18:04