Pubblicata il 12/05/2005
Lei non lo sa,
ma potrei restare
a guardarla tutta la vita
ed avere la certezza che
mi sorprenderà ogni volta…
come quando i bambini
mangiano la marmellata con le mani,
prima si deliziano il palato,
poi annusano le mani
e si leccano le dita
scoprendo ad ogni dito
un nuovo sapore
una nuova leccornia
rimanendo silenziosamente
divertiti…

Lei non lo sa,
ma potrei restare
ad ascoltare il
suo sorriso vivace
per tutto il tempo
che mi rimane,
senza stancarmi mai,
come quando le onde
dondolano sfinendosi
sulle spiagge…
onda dopo onda
fruscio dopo fruscio,
infinito rumore
che allieta l’animo
e calma il petto

lei non lo sa,
ma potrei scrivere
giorni e giorni di poesia,
mi basterebbe pensare
allo sgomento che
la sua anima provoca,
alla sorpresa dei suoi
occhi o al dorso delle
sue mani…tenera
e distratta bambina
lei che ogni mattina
disfà la sua bellezza
come se fosse un letto
imbruttito dai sogni
che la notte sfuggono…

lei non lo sa,
ma se avessi avuto
spalle più alte
l’avrei abbracciata
per non lasciarla
mai,avrei soffiato
sul nero dei
suoi lunghi capelli
e scacciato via
la notte
per farle vedere
l’immensità che
inconsapevolmente nasconde…

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Mi ha emozionata dall'inizio alla fine.

Lei non lo sa......ma dovrebbe tanto saperlo.!!Una dedica favolosa.

Bacione Angela

il 12/05/2005 alle 19:40